Lo scopo e i benefici della meditazione

La meditazione offre la possibilità di tornare all’essenza più profonda del nostro essere, un’opportunità di inestimabile valore.

La mediazione e uno stato in cui nella completa assenza di pensieri la coscienza si risveglia e si ha esperienza della propria autentica natura, che come suggerisce la tradizione dello yoga e tutte le più antiche tradizioni mistiche e spirituali di tutto il mondo, è un’essenza incondizionatamente luminosa, gioiosa e saggia.
In questo stato di totale presenza si torna ad essere uno con la vita che siamo e si sperimenta una profondissima rigenerazione. La scienza si occupa oramai da anni  dei benefici  psicofisici della meditazione e c’è moltissimo materiale disponibile no line; personalmente desidero sottolineare quelle che sono le motivazioni tradizionali della meditazione e che a mio parere rappresentano il beneficio più duraturo e inestimabile che questa pratica può offrire. Motivazioni che riguardano la realizzazione di chi veramente siamo, realizzazione che offre benefici che hanno un valore inestimabile e imperituro. Eccone alcuni:
  • connessione con il Divino (quale che sia il tuo modo di concepirlo, sia che sei credente o no)
  • apertura a una prospettiva infinitamente ampia dalle propria esistenza
  • esperienza diretta dell’ essenza infinitamente gioiosa che sei
  • risveglio di saggezza e intuizione che chiariscono sulle questioni fondamentali dell’esistenza
  • cambia la percezione che hai di te, oltre ogni giudizio, ed etichetta, l’infinita e luminosa gioia dell’essere
  • la consapevolezza che esiste uno spazio di coscienza, di immutabile stabilità e pace a cui si può sempre ritornare
  • intuizione e guida rispetto a ciò che sono gli obbiettivi più profondi e autentici per la propria vita

Chi non ne ha avuto esperienza potrebbe credere che si tratta di autosuggestione, chi l’esperienza l’ha fatta riconosce ciò che sto riportando.

Lo yoga e la meditazione sono spesso considerati come due aspetti separati e distinti, in realtà sono aspetti inseparabili dello stesso percorso. Non è yoga se si esclude l’aspetto della meditazione.
Praticando e allenando la mente in uno stato di concentrazione sempre più profondo accadono con  frequenza e durata sempre maggiori, stati di meditazione, stati di assenza di pensiero in cui puoi cogliere tutta l’intensità della tua luminosa e gioiosa essenza.
Siamo come dei diamanti preziosi coperti di pietra e croste, la meditazione è quello strumento che utilizzato con metodo e costanza permette di pulire le impurità che ci coprono e di fare risplendere la propria luminosa essenza e sperimentare una gioia senza limiti ne condizioni.
“Così come uno scultore deve tagliare, smussare, scalpellare per tirare fuori la forma dal blocco marmoreo, così affinché il Se possa affiorare, non si deve aggiungere nulla al Se, ma tagliare, smussare scalpellare…” Shankaram
Come incominciare a meditare? Partecipa ai miei corsi e continua a seguire i prossimi post su cui approfondirò l’argomento!

Lascia un commento la condivisione è preziosa!

Con Gioia!

Shanti

[box type=”shadow”]

foto-shanty-bioShanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice e Direttrice di Passione Yoga, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Diplomata presso la scuola quadriennale per insegnanti SIYR e certificata 200 RYT dalla Yoga Alliance in Authentic Yoga System; dal 2004 insegna yoga. » iscritta allí associazione YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti.
Leggi la mia biografia

[/box]

4 commenti
  1. Anna Pino
    Anna Pino dice:

    Cara Shanti, mi piacerebbe sapere di più sulla meditazione, già che faccio una che hai mandato; l’argomento trattato qui e molto interessante e per questo vorrei approfondirlo, se possibile.
    Grazie!! Buona giornata!!!
    Anna

    Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      Ciao Anna!
      Sulla barra laterale a destra c’è una casella con scritto “cerca nel sito”, inserisci la parola “meditazione” e appariranno alcuni articoli che ho pubblicato a riguardo. Cerca anche la parola “meditare” che appaiono altri articoli. Se poi hai domande specifiche scrivimi pure.
      Un abbraccio!

      Rispondi
  2. Anna Pino
    Anna Pino dice:

    Ciao Shanti: ho letto gli articoli e sono molto interessanti.
    Come ti avevo già detto, riesco a fare due meditazioni, una da seduta e l’altra da seduta o sdraiata. Non trovo uno che mi avevi mandato ma non ricordo se era per meditare o rilassare e si faceva da sdraiate,e cosi o mi sbaglio? Questo audio era da quando ti avevo conosciuta per le prime volte. Questo lo facevo volentieri ma non lo trovo più, potrei riaverlo?
    Sto cercando di darmi spazio per aggiungere altri tipi di esercizi più che altro di rilassamento,che ne ho bisogno.
    Grazie!!!
    Stammi bene!!
    Buona giornata!!!

    Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      Ciao Anna,
      ti ho rimandato gli audio.
      Puoi fare la pratica sia da sdraiata che da seduta, in base a come ti senti. Ma per la meditazione vera e propria è più consigliata la posizione seduta e confortevole.
      Buona giornata anche a te!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *