Cinque buoni motivi per praticare la posizione “del cane”

Una delle posizioni più conosciute ed efficaci dello yoga, ecco i benefici.

Lo yoga propone numerosissime forme che ti portano a sperimentare le possibilità del tuo corpo in modo del tutto inusuale e fuori dagli schemi abituali; i benefici posturali sono notevoli e comportano una stimolazione tale del sistema nervoso che mantiene giovane il cervello aumentandone i neuroni. Inoltre, quando il corpo cambia anche la mente cambia e queste posizioni inusuali aprono nuovi spazi di coscienza e comprensione di sè stessi.

Ecco cinque buoni motivi per praticare svan asana, la posizione “del cane” straordinariamente benefica per il corpo e la mente.

 1. Stira ed elasticizza le gambe

Camminare, correre, stare in piedi – la maggior parte delle cose che facciamo durante il giorno- portare tensione alla parte posteriore delle gambe accorciandone i muscoli. Questo è il motivo per cui molti hanno i tendini del ginocchio e i muscoli dei polpacci costantemente tesi. Questa posizione è fantastica per allungare la parte posteriore delle gambe e la gravità che aiuta a mantenere la colonna vertebrale ben allineata, permette un’ottimo allungamento senza compromettere altre parti del corpo.

2.  Scarica le tensioni dalla colonna vertebrale

La trazione che si ottiene dallo spingere le mani con forza sul tappetino e crescere verso l’alto e indietro con il bacino, è uno dei migliori metodi di allungamento della colonna vertebrale che la pratica delle asana possa offrire. Avendo la gravità che gioca a tuo vantaggio, accadrà che  invertendo la solita pressione che in genere comprime la parte bassa della colonna vertebrale, si riallineano delicatamente le vertebre e si elimina tutto il carico e le tensioni dalla colonna.

Questa posizione offre tutti i vantaggi di una inversione della colonna vertebrale, senza dover andare completamente capovolti,  un’ottima alternativa per chi ha lesioni al collo o alle spalle, o semplicemente non ha ancora sufficiente forza nelle braccia.

3. Migliora il tuo respiro

Poichè non è molto complicata, puoi davvero prenderti un po’ di tempo per entrare in sintonia con il tuo respiro. In questa posizione c’è una particolare attivazione del movimento diaframmatico cosa di fondamentale importanza per una respirazione efficace. La distensione delle braccia e del petto permettono al respiro di espandersi in modo ampio anche nella cassa toracica, offrendo una particolare rigenerazione sul chakra del cuore, per un beneficio sull’umore che contrasta la tristezza e la depressione; cosa particolarmente importante in questa stagione.

Inoltre, il tuo respiro è il bene più prezioso: ogni momento che puoi utilizzare offrendo la tua attenzione ad esso è un momento ben speso.

4. Rafforza e apre il torace

La maggior parte di noi siede su una sedia tutto il giorno in una posizione “ingobbita”, per questo i muscoli pettorali sono contratti e tesi, ma non necessariamente forti. Questa posizione ti aiuterà a ristabilire l’apertura nei muscoli del petto, rafforzare questa zona del corpo, ridurre così il dolore e la pressione nelle spalle e nella parte superiore della schiena.

5. Rafforza le braccia

Infine è eccezionale per aumentare la forza delle braccia. Se porti la tua attenzione a premere le mani con decisione sul tuo tappetino e rotolare i bicipiti lontano dalle orecchie, otterrai un impressionante impegno muscolare in tutto il braccio, che a sua volta contribuirà a costruire la forza e la resistenza in tutti i muscoli.

Se pratiche questa posizione con regolarità ti accorgerai dei rapidi benefici e trasformazioni nel tuo corpo e nella tua mente. Ovviamente la posizione deve essere fatta correttamente, cosa non affatto scontata….continua a seguirmi che presto pubblico un post su come eseguirla al meglio!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo ora con i tuoi amici!

Con Gioia!

Shanti

[box type=”shadow”]

foto-shanty-bioShanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice e Direttrice di Passione Yoga, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Diplomata presso la scuola quadriennale per insegnanti SIYR e certificata 200 RYT dalla Yoga Alliance in Authentic Yoga System; dal 2004 insegna yoga. » iscritta allí associazione YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti.
Leggi la mia biografia

[/box]

 

4 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *