Se prima hai cura di te, esserci per gli altri sarà facile

In che modo il benessere che ottieni attraverso lo yoga ha impatto sulla tua relazione con gli altri e il mondo?

Abbiamo fondamentalmente tre tipi di relazioni – rapporti:

  1. con noi stessi
  2. con gli altri
  3. con il mondo

Volendo migliorare la nostra vita, quella delle persone che ci circondano e il mondo in cui viviamo, una saggia domanda da porsi è: “dove posso intervenire di più e con maggiore efficacia?”

Se c’è una possibilità per migliorare la nostra vita e quella di altri, si può e si deve partire da se stessi. E lo yoga è uno straordinario mezzo per partire da se stessi, per ritrovare benessere a 360° grazie all’insieme di tecniche che considerano tutte le parti che compongono l’essere umano; dagli aspetti più fisici a quelli più sottili e spirituali.

Nelle relazione di aiuto in particolare è indispensabile che la persona che si mette nella posizione di offrire aiuto stia bene. Ma in qualsiasi ambito di rapporto, personale o professionale, l’impatto del nostro livello di energia e benessere, e anche di malessere, influenza in modo importante e potente la vita di numerose altre persone.

Nel libro rivoluzionario “Connected: The Surprising Power of our Social Networks and How they Shape our Lives” gli autori Christakis e Fowler, affermano che “le nostre azioni rimbalzano costantemente da un individuo all’altro e in ogni possibile direzione”. (VEDI QUI “l’effetto onda”)

Che ci piaccia o no, raccogliamo le conseguenze delle nostre scelte, anche riguardo al fatto di riuscire a mantenere in noi emozioni potenzianti o meno; inevitabilmente coinvolgendo gli altri e il mondo che ci circonda. Per questo Sartre diceva che«l’uomo è condannato ad essere libero». Ed il miglior uso di questa liberà è prendersi la responsabilità di cambiare e migliorare noi stessi: l’unica possibilità che abbiamo di intervenire positivamente sugli altri e sul mondo.

In un recente articolo Arianna Huffington, riporta uno studio che dimostra come l’aumento di responsabilità e il minor tempo libero dei leader corrisponde proporzionalmente ad una diminuzione di empatia, mentre prendersi “cura di se” determina una maggiore capacità di condivisione, ascolto ed anche efficienza lavorativa.

E per amplificare i benefici delle tecniche dello yoga ed avviare una trasformazione che immediatamente rende il tuo modo di muoverti nella vita e rapportarti con gli altri positivo e potenziante, è l’amorevole presenza che puoi offrire a te stessa/o, prestando attenzione durante la tua pratica, non solo a cosa fai ma come lo fai. E nella misura in cui sarai presente a te stessa/o potrai esserlo per altri, nella misura in cui riuscirai a generare in te pace, stabilità, e vitalità creerai lentamente e inevitabilmente un nuovo mondo intorno a te.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Con Gioia!

Shanti

[box type=”shadow”]

foto-shanty-bioShanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice e Direttrice di Passione Yoga, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Diplomata presso la scuola quadriennale per insegnanti SIYR e certificata 200 RYT dalla Yoga Alliance in Authentic Yoga System; dal 2004 insegna yoga. » E’ iscritta allla YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti.
Leggi la mia biografia

[/box]

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *