La posizione yoga per ridurre la scoliosi del 30% in 3 mesi

E’ davvero possibile che una singola posizione yoga, da praticare in modo autonomo, può ridurre la scoliosi in modo efficacie?

Esistono diverse posizioni yoga suggerite nel tempo da diversi maestri per correggere o perlomeno ridurre questo difetto della colonna vertebrale.

Ma in questo articolo voglio soffermarmi su studi recenti che hanno dimostrato come una sola e specifica posizione yoga, mantenuta per 90 secondi, eseguita almeno 3 volte la settimana, possa ridurre la curvatura spinale in persone affette da scoliosi, in circa 3 mesi.

Cos’è la scoliosi?

Più comune nelle donne che negli uomini, è una curvatura anomala laterale della colonna vertebrale che può causare dolore alla schiena.

Può avere una causa ereditaria; essere la conseguenza di disturbi infiammatori e malattie neuro muscolari; di posizioni posturali errate che diventano abituali; ma in molti casi non si conosce la causa e allora si parla di scoliosi idiopatica.

La scoliosi non fa male durante l’infanzia, per questo in genere viene diagnosticata durante l’adolescenza o all’inizio dell’età adulta.

Ma qual’è questa posizione yoga?

Lo studio è stato condotto su 25 partecipanti di età compresa fra i 14 e gli 85 anni, affetti da scogliosi idiopatica, che sono stati seguiti dai ricercatori per un periodo di 7 mesi, durante i quali hanno eseguito almeno per tre volte la settimana una variante semplice di Vashistasana.

I ricercatori dell’Università della Columbia che hanno condotto questo studio hanno pubblicato le loro conclusioni nella rivista medica “Global Advances in Health and Medicine” Leggi qui lo studio completo: http://www.gahmj.com/doi/full/10.7453/gahmj.2013.064

Come si esegue?Vashistasana

Sdraiati sul fianco in cui è presente la curvatura convessa, forma un asse diritta con tutto il corpo, dai piedi alla testa.

Le gambe e le ginocchia sono ben tese e la parte superiore del corpo è sostenuta dal gomito e dall’avambraccio che poggia sul tappetino. Il braccio libero si tende verso l’alto e lo sguardo si fissa sulle dita della mano tesa.

Per semplificare l’esecuzione puoi fare questa stessa posizione appoggiandoti ad una parete.

Ai volontari di questa ricerca è stato chiesto di iniziare mantenendo la posizione non oltre 10-20 secondi al giorno e di continuare dopo qualche giorno a mantenerla una volta al giorno fino a un massimo di 90 secondi.

Quando al dott. Fishman, l’autore della ricerca, è stata chiesta la ragione di far eseguire la posa soltanto sul lato più debole, lui ha risposto in questo modo:

Poichè la scoliosi è una condizione asimmetrica, l’ho trattata asimmetricamente. In questo modo si vanno a rinforzare quei specifici muscoli spinali dal lato convesso, quello la cui curvatura va ridotta.”

Ecco i i risultati:

Dopo aver eseguito la posa  minimo 3 volte a settimana, nel periodo di 7 settimane per una media di 90 secondi, tutti i partecipanti hanno visto diminuire la curvatura della spina dal 32% fino al 50%.

Ispirato al post: http://www.medicalnewstoday.com/articles/283689.php

 

13931640_240888032971748_638425575_o

 

Ti sembra utile questa informazione? Condividi l’articolo con i tuoi amici!

[box type=”shadow”]

foto-shanty-bioShanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice e Direttrice di Passione Yoga, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Diplomata presso la scuola quadriennale SIYR è insegnante certificata 200 RYT dalla Yoga Alliance; dal 2004 insegna yoga. E’ iscritta all’Associazione YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti.
Leggi la mia biografia

[/box]

45 commenti
  1. valentina
    valentina dice:

    grazie Shanti della notizia molto interessante.

    appena riesco a stabilire da che parte ho la curvatura convessa inizio! In ogni caso praticando yoga il mio mal di schiena è molto diminuito.

    un bacio vale

    Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      Ciao Emanuele!
      Grazie per la tua condivisione!

      Questo post ha suscitato tanto interesse quanto perplessità e critiche; al di la di quello che si può dire o non dire, di fatto, chi come te l’ha provata mi ha riportato dei benefici quasi immediati.

      Buona pratica!

      Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      Ciao Flavia!

      Si è benefica per la schiena e:

      – rafforza braccia e gambe
      – aumenta il senso dell’equilibrio
      – tonifica e rafforza i muscoli addominali

      Rispondi
  2. enrico
    enrico dice:

    Ciao Shanti, pratico da qualche anno yoga, ma questo asana non la conoscevo. Grazie è da 1 settimana che sto provando e ho già notato un miglioramento 🙂

    Rispondi
  3. Micus
    Micus dice:

    Scusate ma da che parte è la curvatura convessa? E’ la parte che della curva che esce in fuori o è la parte che rientrà? Non vorrei sbagliare lato. Grazie

    Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      La parte che fa la “gobba” , cioè la curva in fuori
      Dal dizionario, convesso: si dice di linea o superficie curva verso l’esterno….

      Rispondi
  4. Laura
    Laura dice:

    Grazie Shanti ho subito provato e continuerò tutti i giorni, la mia è una scoliosi lieve dovuta a una postura errata che assumo al lavoro credo che riuscirò così a correggerla! ? mi potresti indicare anche qualcosa per una lieve asimmetria del bacino? A occhio nudo Nn si nota ma in foto sembra quasi che io abbia una gamba leggerment più corta! Forse é sempre conseguenza della scoliosi o magari viceversa!

    Rispondi
  5. Caterina
    Caterina dice:

    Ciao Shanti, io ho una doppia curva…da adolescente ho portato busto di gesso, corsetto ed ho fatto tanta ginnastica….avevo recuperato circa 10 gradi…partendo da 40 entrambe…attualmente da un po’ di anni ho abbandonato la ginnastica e sono peggiorata…ho ripreso i miei esercizi, ora vorrei provare con questa posizione,veramente è così efficace? Oppure i risultati si hanno solo
    In fase adolescenziale? Io ho 32 anni…grazie.

    Rispondi
    • Shanti
      Shanti dice:

      Ciao Caterina! 🙂
      Brava che hai ripreso gli esercizi, è molto importante!
      Onestamente …non lo so, per essere certa di quello che hanno riportato nello studio dovrei avere le lastre prima e dopo.
      Quello che sono certa è che le persone che la eseguono mi riportano che sentono molto meno male e tensioni alla schiena, il che non è poco…quindi tanto vale provare! 😉
      …fammi sapere a presto! 🙂

      Rispondi
  6. Anna maria
    Anna maria dice:

    Ciao ho letto e provato la postura non sapevo in questo caso particolare. Ho fatto yoga anche con trazioni alla corda per scoliosi destro convessa
    Se puoi darmi altri consigli

    Rispondi
  7. Anna maria
    Anna maria dice:

    La sto facendo da 3 giorni e mi sento molto meglio ! Ho aggiunto anche adhomuca svanasana alle corde per allungare

    Rispondi
  8. Monica
    Monica dice:

    La sto provando, anche se la mia è una scoliosi minima. La posizione è abbastanza “dura”, ma credo che sia proprio per questo che fa bene. Inoltre sottoscrivo pienamente quel che dice il dr. Fishman: “Poichè la scoliosi è una condizione asimmetrica, l’ho trattata asimmetricamente.” L’ho sempre sostenuto anch’io, ma mi è sempre stato detto che era errato. Finalmente qualcuno che mi dà ragione!
    Quanto allo yoga, mi piacerebbe accostarmici, ma non ho ancora trovato un centro per praticarlo che sia comodo: ne conoscete in prossimità di Como (zona Rebbio o altro, basta che ci sia parcheggio!)? Grazie mille!!

    Rispondi
  9. claudia
    claudia dice:

    Sono Claudia 32 anni il medico dice che alla mia età non si migliora ditemi che non è vero ho una scoliosi a sinistra x fare l’esercizio mi appoggio sul lato sinistro? Scusate ma non vorrei peggiorare la curvatura e poi eseguo anche su destra?

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Claudia, non sono medico quindi non mi permetto di dire cosa è vero o meno .. le persone che hanno fatto questo esercizio mi hanno detto di avere sperimentato dei benefici. No perché vai a rafforzare il lato che ne ha bisogno, la curva deve essere verso terra e il lato convesso verso l’alto. Se sei ancora incerta confrontati con un buon fisioterapista, so che alcuni anche suggeriscono questa pratica.

      Rispondi
  10. Betta
    Betta dice:

    Ciao, ho una scoliosi dorso lombare con il gibbo a destra. Mi hanno sempre detto che devo rinforzare i muscoli a sinistra perché sono più deboli. Per praticare la posizione indicata devo mettere verso terra la parte ds o sn? Grazie

    Rispondi
  11. giovanni
    giovanni dice:

    Salve, volevo chiedere una cosa che non ho capito bene.. la scoliosi di solito ha due curve, una lombare e una dorsale.. Nel mio caso quella dorsale è verso destra e quella lombare verso sinistra, però dall’immagine non riesco a capire bene perchè sembra sia rappresentata una sola curva che prende tutta la schiena.
    Nel mio caso invece quale parte andrebbe verso terra? quella dorsale o lombare? o va capito quale delle due sia la principale?
    Grazie mille!

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Giovanni, questo esercizio è indicato per chi ha una scoliosi con curva unica o quando è chiaro qual’è la curva primaria in caso di due curve.
      Da quello che mi dici ti suggerisco di non fare questo esercizio ma piuttosto posizioni ed esercizi di decompressione e stabilizzazione. Per approfondire e ricevere indicazioni per una pratica specifica puoi partecipare a questo, guarda il video per capire meglio di cosa si tratta: http://www.passioneyoga.it/natale2016pyc
      Spero di incontrarti li 🙂
      Shanti
      Shanti

      Rispondi
  12. Elisa
    Elisa dice:

    Salve ho letto l articolo.. e mi è sorto un dubbio..
    Ho una scoliosi con rotazione delle vertebre, e due gibbi uno a sinistra nella parte bassa della schiena e una a destra nella parte alta .. insomma ho la spina dorsale a S quindi mi domandavo come devo eseguire l esercizio e da che lato. Grazie

    Rispondi
  13. Simone
    Simone dice:

    Ciao Shanti,

    perdonami se insisto su una domanda ripetuta più volte ma da una tua risposta mi sono venduti parecchi dubbi.

    La parte con il gibbo, quindi convessa, deve essere la base di appoggio quindi verso il pavimento, mentre la parte senza gibbo, quindi concava, rivolta verso l’alto. (almeno questo è quello che ho capito)

    Nella risposta data a Claudia hai scritto “No perché vai a rafforzare il lato che ne ha bisogno, la curva deve essere verso terra e il lato convesso verso l’alto.”

    Cioè la curva e il lato convesso non sono la stessa cosa? o son io che ancora non ho capito?

    Grazie, Simone.

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Simone! Non ti conosco e la comunicazione per iscritto può essere fuorviante… se hai ancora dubbi, mostra questo articolo al tuo fisioterapista e chiedi un parere a lui che ti conosce di persona, è la cosa migliore! Una fisioterapista che ha seguito le mie lezioni ha messo in pratica questo esercizio con dei pazienti e ha riscontrato notevoli risultati.
      Shanti

      Rispondi
  14. MARCO
    MARCO dice:

    salve ho 17 anni e ho una scoliosi dorsale sinistra
    devo appogiarmi sul lato sinistro vero?
    può essere dannoso questo esercizio per una scoliosi dorsale

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Marco, mostra questo articolo al tuo fisioterapista e chiedi un parere a lui che ti conosce di persona, è la cosa migliore! Una fisioterapista che ha seguito le mie lezioni ha messo in pratica questo esercizio con dei pazienti con scoliosi e specialmente con i giovani ne ha riscontrato notevoli risultati. Vista la tua età potrebbe essere una buona cosa per te.
      Shanti

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *