Esercizi yoga, alimentazione e ayurveda per il caldo estivo

 Il caldo intenso spesso affatica ed esaurisce l’organismo; cosa che si può evitare con specifici esercizi yoga,  alimentazione e pratiche ayurvediche

Uno dei pilastri dello yoga è la considerazione di tutte le parti che compongono l’essere umano (fisico, energetico, mentale, spirituale) e la corrispondenze tra l’individuo e l’universo che lo circonda -microcosmo e macrocosmo-. Se nono si perdono di vista questi punti essenziali viene da se che la pratica degli esercizi yoga dovrebbe tenere presente dei cambiamenti costanti che si muovono in noi e che sono fortemente influenzati anche dai ritmi delle stagioni e dal clima.

I giorni più caldi dell’estate sono dominati dal fuoco (pitta), è un energia di calore che ha sede nel plesso solare (manipura chakra) che nella sua manifestazione eccessiva spinge in avanti in modo compulsivo, brucia le forze vitali fino ed esaurire ed affaticare corpo e mente. Questo squilibrio si manifesta sul piano emotivo con sintomi di agitazione, irascibilità, propensione all’aggressività; e sul piano fisico con occhi arrossati, eruzioni cutanee, mucose infiammate e pelle irritata.

Quando questa energia del fuoco è in equilibrio è essenziale e preziosa: ti da determinazione, disciplina, fiducia in te stessa, chiarezza e capacità di realizzare i tuoi intenti.

come praticare esercizi yoga con il caldo dell’ estate

Nei giorni più caldi dovresti quindi modificare la pratica in modo che porti equilibrio all’energia del fuoco, evita gli esercizi yoga che scaldano e che fanno sudare troppo perché la sudorazione eccessiva disidrata e indebolisce.

Sono indicati gli orari più freschi, l’ideale la mattina presto, se possibile all’aperto rivolti in direzione del sole.

L’eccesso di  calore è ridotto da una pratica senza sforzo, in cui non vai mai a sollecitare limite:  dovresti farla con il 75% circa delle tue forze. Questa indicazione sarà particolarmente difficile per chi più ne ha bisogno: le persone di costituzione calorosa che hanno un eccesso di energia nel plesso solare, propensa a perseguire i propri obbiettivi con grande determinazione, energiche, attratte da pratiche di yoga e stili impegnativi che li portano continuamente e sfidare il loro limite.

Le posizioni yoga più indicate sono:

  • i piegamenti in avanti e le torsioni perchè riequilibrano sia l’eccesso che la carenza energetica di fuoco in manipura chakra (vedi QUI per una posizione di torsione)
  •  le posizioni invertite hanno un’azione rinfrescante (per invertita si intende le posizioni che portano la testa sotto il cuore, eccone una QUI)
  • le posizioni che lavorano sull’elemento acqua swadhisthana  chakra 

alimentazione ed energia del cibo

Per compensare il calore esterno il “fuoco digestivo” diminuiscono in estate e con esso l’appetito. Una buona abitudine è di concentrare il pasto più abbondante la mattina e fare pasti leggeri nelle ore calde.

Nei testi classici dello yoga sono indicate le qualità energetiche dei cibi e tenere in considerazione questo aspetto è fondamentale se vuoi cogliere a pieno il significato e i benefici della pratica dello yoga (vedi QUI per scoprire di più)

Un ruolo molto importante lo hanno i sapori, che possono avere qualità rinfrescanti o riscaldanti. In estate è consigliato consumare prevalentemente cibi dal sapore dolce (dolce naturale si intende, non prodotti con zuccheri industriali e farine raffinate) anche l’amaro e l’astringente. Mentre bisogna evitare cibi acidi, salati, piccanti che agitano e surriscaldano.

L’impatto del calore e il secco dell’estate più essere bilanciato con cibi freschi,ricchi di acqua, a temperatura ambiente o tiepidi, piatti liquidi, insalate e frutta dolce.

Le spezie consigliate con cui puoi condire i tuoi piatti che aiuteranno a miglirare la tua digestione in questa stagione sono: cumino, coriandolo, semi di finocchio, semi di sedano, anice e basilico.

Ancor più che in altre stagioni è consigliata una dieta vegetariana e di evitare tutti i cibi di natura rajasica che eccitano, scaldano e affaticano la digestione.

dall’ ayurveda: pratiche quotidiane per rinfrescare

La cura della pelle ha una particolare importanza (questo in realtà in tutte le stagioni): è l’organo più esteso del nostro corpo, che non si occupa solo di eliminare le tossine, ma è anche uno dei principali organi di ricezione del prana (energia vitale universale) che viene assorbita prevalentemente dall’atmosfera, sopratutto attraverso il respiro e la pelle.

Dovresti quindi approfittare della bella stagione per tenere la pelle il più possibile a contatta con l’aria, evita vestiti scuri e sintetici.

Un’ ottima abitudine per proteggerla da irritazioni e arrossamenti, è massaggiarti regolarmente con olio di cocco -che ha un’azione rinfrescante e nutriente- la sera prima di andare a dormire; questo calma e rinfresca corpo e mente per un sonno tranquillo e rigenerante.  Gli occhi con il caldo e il secco sono propensi a bruciore, massaggia quindi anche il contorno occhi e le estremità. Puoi mettere nell’olio anche alcune gocce di olio essenziale di sandalo o camomilla.

Andrebbero evitate le docce calde e farne tiepide o se tollerabili e gradite fredde, in particolare la mattina e dopo attività fisica o intellettuale intensa.

La combinazione di queste pratiche ti permetterà di arginare l’eccesso di pitta dei giorni più caldi, che irrita il corpo ed agita la mente; e godere pienamente della bellezza e rigenerante energia dell’estate.

E sopratutto ti permetterà di sintonizzare la tua pratica con il respiro della Vita di cui sei parte: un altro piccolo passo nella direzione di fare vibrare la nota della tua energia individuale in armonia con la melodia dell’energia universale.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con i tuoi amici!

[box type=”shadow”]

La Redazione di Passione Yoga. Leggi QUI per scoprire chi siamo [/box]

4 commenti
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Grazie Chiara! 🙂 hahahah!! Ok vuol dire che hai un ottimo fuoco digestivo, ma fai una cosa, scegli cibi sani … del tipo … se proprio ti devi ubriacare, fallo con del vino buono! 😉 ?
      Shanti

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *