INTESTINO: LE 5 POSIZIONI YOGA PER REGOLARIZZARLO

IL BENESSERE E LA REGOLARITA’ DELL’INTESTINO DETERMINANO L’EQUILIBRIO DEL SISTEMA NERVOSO E DELL’EMOTIVITA’

L’intestino è il nostro secondo cervello, infatti ha ben 500 milioni di neuroni; se vuoi regolarizzarlo e mantenerlo in salute, un’adeguata alimentazione e queste 5 posizioni di yoga ti aiuteranno moltissimo.

La regolarità intestinale e il benessere dell’intestino influenzano direttamente il sistema nervoso, lo stato fisico ed emotivo.

Infatti buona parte dei cosiddetti “ormoni della felicità”, quasi il 50% della dopamina e la maggior parte della serotonina, si formano nell’intestino.

E’ chiaro quindi che il benessere e la regolarità intestinale non sono affatto una questione “solo” fisica.

Ti invito a scoprire e praticare questa sequenza, perché davvero può fare la differenza nella tua vita.

Vita…eh già…perché il benessere del tuo corpo, della tua mente determinano anche la qualità delle tue relazioni, del tuo lavoro e della tua prontezza e vitalità nell’affrontare imprevisti e sfide quotidiane.

Quindi prenderti del tempo per te non è affatto qualcosa di marginale importanza!

Queste 5 posizioni di yoga molto efficaci e facili da eseguire, quindi adatte a te; sia se sei già un praticante di yoga, sia se non hai mai praticato e sai poco o nulla dello yoga.

Disordini intestinali sono relati a un’alterazione dell’elemento aria, collegato al sistema nervoso; sapendo questo non sorprende il fatto che un’enorme percentuale della popolazione occidentale ne soffre.

Queste posizioni yoga riequilibrano l’elemento aria ti possono aiutare in questo senso, non solo perché attraverso di esse vai a massaggiare l’intestino e riattivare la peristalsi, ma perché agiscono sul sistema nervoso offrendo un azione rilassante e rigenerante per il corpo e la mente.

La sequenza:

Ti riassumo brevemente le posizione di cui è composta questa sequenza

  • Malasana: posizione della ghirlanda
  • Halasana: posizione dell’aratro
  • Setu bandhasana: posizione del ponte legato
  • Jathara parivartanasana: posizione di torsione addominale
  • Bastrikasana: posizione del mantice

Eseguile come descritto nel video, con tutti i movimenti di preparazione e mi raccomando ascolta con attenzione quanto ho da dirti per eseguire la pratica con sicurezza.

Non sempre come si vuol fare credere, tutto lo yoga va sempre bene per tutti. Delle volte piccoli accorgimenti e varianti possono fare la differenza nel praticare in modo adatto a noi e rispettoso dei nostri limiti e possibilità.

Ti invito inoltre a praticare questa sequenza con una certa regolarità, come minimo 3 volte a settimana se vuoi sperimentare significativi e rapidi benefici.

Buona pratica!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Shanti Brancolini ed il Team di Passsione Yoga

foto-shanty-bio

Shanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice e Direttrice di Passione Yoga, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Diplomata presso la scuola quadriennale per insegnanti SIYR, insegnante certificata 200 RYT dalla Yoga Alliance; dal 2004 insegna yoga. E’ iscritta all’Associazione YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti.
Leggi la mia biografia

54 commenti
  1. patriza
    patriza dice:

    Grazie grazie grazie…….veramente un toccasana questi esercizi per me che sono sempre a combattere con un intestino spesso e volentieri molto pigro! Spero in un futuro di poter tornare a fare la vacanza di Pasqua in Toscana, Nazario è innamorato del posto e di tutto quello visto e fatto nei quattro giorni di permanenza. Ora io faccio yoga dinamico due volte la settimana da due anni e mezzo e ti assicuro che ho avuto notevoli benefici sia dal punto di vista fisico che dal quello mentale; ora sto attraversando un momento negativo dal punto di vista della salute e praticare mi sta aiutando molto.
    Un abbraccio grande.
    Patrizia (e Nazario che ti ricorda sempre.)

    Rispondi
    • Shanti
      Shanti dice:

      Carissima che bello risentirti!
      Sono passati diversi anni eppure non ci si scorda di momenti come quelli che abbiamo condiviso!
      Sono felice che stai praticando con costanza e che questo ti aiuta, brava continua così!
      Un abbraccio affettuoso a te e Nazario! 🙂
      p.s. sarei felicissima di rivedervi!

      Rispondi
  2. Silvia capirossi
    Silvia capirossi dice:

    Sei fantastica. Spero di riuscire a venire a fare una vacanza yogica molto presto presso la scuola in cui eserciti. Grazie

    Rispondi
  3. Angela
    Angela dice:

    Proverò a eseguire i tuoi suggerimenti. Ti aggiornerò sui risultati visto che il mio amico n testina e andato all’estero e fin’ora non sono riuscita a farlo tornare. Grazie mille sei molto chiara e semplice. Grazie mille 😘

    Rispondi
  4. paola mazzarelli
    paola mazzarelli dice:

    tra le spiegazioni viste e sentite in internet o troppo tecnicistiche o misticheggianti o semplicemente approssimative, le tue sono fresche di concretezza, e ci accompagnano nella pratica in modo esatto e sottile.
    grazie.
    paola

    Rispondi
  5. Monica
    Monica dice:

    Bellissima sequenza e spiegata benissimo!
    Complimenti Shanti per la tua professionalità in questo come in tutti i tuoi video!
    La tua passione non può che contagiare! Grazie per tutto quello che trasmetti.
    Monica

    Rispondi
  6. Graziella
    Graziella dice:

    Ciao Shanti! Finalmente sono riuscita a guardare questo filmato e provare queste posizioni. Lascio tutto pronto per la pratica con la speranza di riuscire a farlo quasi tutti i giorni. Le mie emicranie dipendono sicuramente anche dalla serotonina e dal mio intestino che chiamarlo pigro e’ fargli un complimento. Un grande abbraccio.

    Rispondi
    • Shanti
      Shanti dice:

      Sì le due cose sono sicuramente correlate, se starai meglio con l’intestino anche il mal di testa migliora..
      Un abbraccio buona pratica! 🙂

      Rispondi
  7. Jessica
    Jessica dice:

    Ciao Shanti sto praticando queste posizioni almeno 3 volte a settimana da 2 settimane e gia’ vedo dei miglioramenti a livello intestinale…che meraviglia sono troppo contenta! una domanda pero’, forse stupida : e’ normale sentire le ginocchia che si allontanano l’una dall’altra quando salgo nella posizione del ponte? grazie di cuore

    Rispondi
    • Shanti
      Shanti dice:

      Brava Jessica, continua così! E grazie per aver condiviso i benefici che stai sperimentando! Sì, può succedere, importante che anche se si allontanano, quando mantieni la posizione le ginocchia siano lontane l’una dall’altra la stessa distanza dei piedi, non oltre.
      Buona serata a presto! 🙂

      Rispondi
  8. Stefano Lecci
    Stefano Lecci dice:

    Grazie Shanti per i consigli ed il video molto utile e fatto bene; a proposito di consigli mi potresti consigliare un negozio con vendita online di materiale per yoga? Di nuovo complimenti per l’ottimo lavoro e grazie in anticipo per la risposta

    Rispondi
  9. cristina
    cristina dice:

    brava ,precisa e competente , sono vent’anni che pratico yoga, e non è facile trovare spiegazioni chiare e molto attenzione alla difficoltà delle asana

    Rispondi
  10. Mirella
    Mirella dice:

    Grazie Shanti , sei meravigliosa :))
    È un tale piacere ascoltare anche solo in video le tue lezioni , si percepisce comunque la tua energia . Riesci ad essere chiara ed efficace .
    Spero vivamente un giorno di poterti conoscere di persona .
    Grazie grazie grazi per questi meravigliosi doni che ci offri .
    Un sorriso

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *