SALUTO AL SOLE PER CHI HA PIU’ DI 50 ANNI (E NON SOLO)

Come adattare il saluto al sole alle tue caratteristiche fisiche, energetiche e al momento della vita che stai attraversando.

La pratica regolare del saluto al sole ha numerosi benefici; ma quello che ho constatato è che molte persone hanno difficolta’ ad eseguirlo a causa di limitazioni e rigidità.

Così com’è importante ritrovare flessibilità altrettanto importante è farlo in modo progressivo, perché se ti metti invece a lottare contro i tuoi limiti, aumenterai le tensioni invece che ridurle.

Per questo motivo ho creato una variante del saluto al sole, che ha queste 2 caratteristiche:

1. E’ particolarmente adatta a chi ha limitazioni nelle articolazioni delle spalle e nella schiena: tutti i passaggi che solitamente mettono più in difficoltà sono stati sostituiti da posizioni più dolci e altrettanto efficaci.

2. Le flessioni in avanti e le torsioni, riducono l’alterazione dell’elemento aria, che ha appunto le qualità di secchezza e rigidità ed è relato al sistema nervoso.

Questa alterazione è particolarmente frequente in chi ha superato i 50 anni, ma può accadere a chiunque come conseguenza di stress ed uno stile di vita irregolare.

Altre caratteristiche dell’elemento aria in squilibrio sono: vulnerabilità emotiva, insicurezza, insonnia e rigidità articolare.

Se ti riconosci quindi in queste caratteristiche, anche se hai meno di 50 anni, eseguendo questa pratica puoi ritrovare il tuo equilibrio.

Se hai superato i 50 anni, questa pratica è particolarmente raccomandata per contrastare gli effetti che l’elemento aria alterato produce a livello fisico ed emotivo.

Facciamola insieme per 4 volte, quando l’avrai imparata, potrai aumentare gradualmente fino ad arrivare a 12 ripetizioni.

E’ importante che la esegui con un ritmo lento e con respiri profondi, in modo simile a come faccio io.

Esegui ora!

Piedi uniti davanti al tappettino

Palmi delle mani unite sul cuore

Chiudi  gli occhi per qualche istante e accenna un sorriso ad illuminare il tuo volto e la tua attenzione.

Osserva il ritmo spontaneo del tuo respiro.

Senti il contatto della terra sotto ai tuoi piedi e con  ogni inspirazione senti l’  allungamento del tuo corpo  verso lo spazio infinito del cielo  sopra di te e con ogni espirazione  senti il radicamento e la  riconnessione  con il tuo  grande cuore, con il tuo centro e con il centro della nostra madre terra.

Inspira  alza le braccia in alto  (e  indietro inarcando leggermente la schiena)

Espira piegati in avanti

Mani accanto ai piedi

Fronte verso le ginocchia

Dai la priorità all’allungamento della schiena e se  necessario fletti leggermente le ginocchia

Inspira

Porta indietro la gamba sinistra

Espira

Torsione verso destra portando la mano destra dietro alla schiena  sul sacro

Sguardo rivolto verso la spalla destra. La mano sinistra rimane a terra.

Senti l’effetto della torsione sui tuoi organi interni

Ispira appoggia  la mano  destra a terra 

riporta indietro la gamba  ed espirando

Siedi sui talloni

addome sulle cosce

la fronte  sul tappetino

collo del piede a terra 

Inspira

torna nella posizione carponi

Espira

punta i piedi alza il bacino

Cane a testa in giù  fletti  leggermente le ginocchia  per allungare maggiormente la schiena

Inspira

Carponi

Espira

Siedi di nuovo sui talloni addome sulle cosce la fronte a terra   collo del piede a terra

Inspira

Porta avanti la gamba sinistra

Espira

Torsione verso sinistra  portando la mano sinistra   dietro alla schiena sul sacro

Sguardo rivolto verso la spalla sinistra

La mano destra rimane a terra

Inspira

Entrambe le mani  a terra

Espira

Unisci i piedi  se ritieni fletti  leggermente le ginocchia

Inspira

Alza le braccia in alto (e  indietro inarcando leggermente la schiena)

Espira

Mani sul petto.

RIPETI

Inspira

Alza le braccia in alto e  indietro inarcando leggermente la schiena

Espira

Piegati  in avanti Uttanasana

Mani accanto ai piedi

Se necessario piega  leggermente  le ginocchia

Inspira

gamba destra indietro

Espira

Torsione verso   sinistra   portando la mano sinistra dietro alla schiena sul sacro

La mano destra rimane a terra

Inspira

Carponi

Espira

Siedi sui talloni  con la fronte a terra   darmikasana

Inspira

Carponi

Espira

Cane  piega leggermente le ginocchia  per allungare maggiormente la schiena

Inspira

Carponi

Espira

Siedi sui talloni  con la fronte a terra   darmikasana

Inspira

Porta avanti la gamba destra

Espira

Torsione verso destra  portando la mano destra  dietro alla schiena sul sacro

La mano sinistra rimane a terra

Inspira

Entrambe le mani  a terra

Espira

Unisci i piedi  se ritieni fletti  leggermente le ginocchia

Inspira

Alza le barccia in alto e  indietro inarcando leggermente la schiena

Espira

Mani sul petto.

Rimani nell’ immobilita’ e nel ascolto per qualche istante

Osserva  gli effetti della pratica nel tuo corpo

Senti il battito del tuo cuore

Ascolta il tuo respiro

e ricorda le parole del saggio

“Non e’ la persona che si deve adattare allo yoga ma e’ lo yoga che si deve adattare alla persona.”  Tirumalai Krishnamacharya

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Rina ed il Team di Passione Yoga

Rina Vecellio, Insegnante Yoga Leggi la mia biografia

109 commenti
  1. Ori
    Ori dice:

    Confermo quello che dice Luisa.. video davvero utile e preciso nelle spiegazioni e alternative. Cerco di praticare il Saluto al Sole ogni mattina e con queste modifiche finalmente lo faro’ aiutando le mie rigidita’. Namaste’!

    Rispondi
  2. Cinzia
    Cinzia dice:

    Ciao Shanti, grazie a te e anche a Rina per questo video, molto utile per chi come me ha poca flessibilità nelle articolazioni (ma con la pratica yoga vedo che sto lentamente migliorando). Volevo chiederti una cosa, una curiosità un po’ sciocca, se vuoi. Ho notato che nei tuoi video (e anche in questo di Rina) siete sempre vestiti di bianco. Volevo sapere se c’è un particolare motivo per questo. Grazie, namastè

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Carla!! Grazie!! Sono contenta che ti piaccia. Il saluto al sole e’ preferibile farlo alla mattina, ma se la qualche volta non ce la fai, anche un altro momento della giornata o alla sera puo’ andare bene purche’ siano passate almeno due ore dall’ultimo pasto. 🙂 Rina

      Rispondi
  3. isabel
    isabel dice:

    Ancora una volta grazie!!! grazie a te Shanti per aprire la visione a 360° condividendo anche con questo progetto di yoga su misura e darci la possibilità di conoscere persone come Rina che come ho già detto in altre ocasioni mi sa che tante ventenne v orrebbero essere come lei. Io pratico yoga da anni e sono maestra di yoga per bambini e vi confesoi che prima di decidermi su qualle strada prendere ( il mio dubbio era o dedicarmi ai bambini o agli anziani ) alla fine ha vinto il mio amore per la maternità e quindi la riflessione univoca di condividere con i bimbi l’amore dello yoga anche per farle vedere un’altra strada e non soltanto quella che tristemente tanto genitori scelgono cioè ore davanti ai videogiochi PC/TV …….però non vi nego che la voglia di dedicarmi anche a quelle persone non più ventenne mi è rimasta nel cuore…..
    Ed ora vedenodo Rina in qs sua meravigliosa “opera” mi fa molto piacere anche con quanta cura ed amore da delle indicazioni anche per agevolare delle posizioni che magari ad una certa età potresti fare più fatica per tanti motivi ed osservando Rina che trasmette così bene l’effetto che lo yoga fa penso abbia incoraggiato a tanta gente che pensava non riuscirci!!! Om Shanti. Namasté

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Grazie Isabel. Sono Rina e ti ringrazio per questo tuo commento. Si e’ vero Shanti sta facendo un grande lavoro ed io sono onorata di far parte di questo team straordinario, nel quale oltre a me e Shanti altre persone meravigliose lavorano “dietro le quinte” e il mio pensiero e il mio ringraziamento va anche a loro.
      Congratulazioni per aver scelto di insegnare Yoga ai bambini. Sono straordinari ma purtroppo sono adulti in miniatura. Dobbiamo riportarli al gioco, hanno bisogno di fiabe, di magia e mistero. Gli anziani anche sono una ricchezza e io, dopo aver accompagnato entrambi i miei genitori a tornare nella luce, ora sto accompagnando una mia zia di 94 anni che e’ tornata bambina e su di lei vedo come la forza vitale, il prana scorre e la sostiene indipendentemente dalle sue condizioni fisiche (pesa 32 kg). Sono felice di incoraggiare le persone con il mio esempio e la mia pratica che contano piu’ di mille parole. Grazie Isabel. Om Shanti. Namaste’ 🙂

      Rispondi
  4. Claudia
    Claudia dice:

    Ciao ora si vede bene. Molto bello il video, la pratica aiuta a partire con la giusta dose di forza e serenità. Grazie e buon respiro ?

    Rispondi
  5. Isabel
    Isabel dice:

    Volevo rispondere a Cinzia.

    Ciao Cinzia appena Shanti avrà tempo ri risponderà sicuramente come lo fa sempre con tanto amore.

    Mi permetto di partecipare rispondendo alla tua domanda ” Ho notato che nei tuoi video (e anche in questo di Rina) siete sempre vestiti di bianco. Volevo sapere se c’è un particolare motivo per questo”
    mi tocca in particolar modo qs argomento perchè le mie leggendarie maestre hanno sempre dato importanza a questo aspetto :
    Bianco: è il colore della purificazione interiore, quando pratichiamo lo yoga ed altre tecniche di ristrutturazione energetica possiamo indossare abiti chiari ed in fibre naturali. Possiamo anche vestirci di bianco quando desideriamo essere leggeri e aperti.. Già le donne greche e romane usavano schiarirsi l’incarnato con polvere bianca, per apparire splendenti come le dee…..
    Namasté

    Rispondi
  6. Alessandra
    Alessandra dice:

    Grazie per questo video. Le spiegazioni sono come sempre precise e aiutano nella pratica. Ho iniziato ad utilizzare la sequenza e la trovo utile e piacevole, anche i miei “acciacchi” ringraziano…
    Namastè!

    Rispondi
  7. emanuela
    emanuela dice:

    Grazie per tutte queste spiegazioni e video molto preziosi! Anche se pratico da molti anni fa molto piacere vederli e praticarli.

    Namastè

    Rispondi
  8. Anna
    Anna dice:

    Grazie Rina, mi riconosco in quello che hai detto. Ho provato la sequenza e l’ho trovata molto piacevole. Ancora grazie

    Rispondi
  9. tamara
    tamara dice:

    Bellissimo! Sono sempre più contenta di avervi scoperto! È proprio quello di cui avevo bisogno! Grazie Rina, grazie Shanti?

    Rispondi
  10. laila fabro
    laila fabro dice:

    Grazie da una che ha 72 anni? ….non è la persona che si deve adattare allo yoga ma è lo yoga che si deve adattare alla persona. Grazie

    Rispondi
  11. Laura
    Laura dice:

    Grazie!… Variazione semplificata della sequenza che non “toglie” niente… anzi, “aggiunge”!! Grazie infinite mi è piaciuta tantissimo. Namaste’

    Rispondi
  12. MIRELLA
    MIRELLA dice:

    Siete meravigliose, grazie di cuore per darci la possibilità di praticare a casa lo yoga .
    I video sono sempre chiari e spiegati benissimo.
    Vi abbraccio ❤️

    Rispondi
  13. Michela
    Michela dice:

    Grazie Shanti, grazie Rina per aver pensato agli Over 50. Eseguo tutte le mattine il saluto al sole ma questa sequenza e’ molto piacevole soprattutto quando gli “acciacchi” si fanno sentire di più. Namaste’

    Rispondi
  14. Simona
    Simona dice:

    Buongiorno a tutti!
    Lascio il mio primo commento, anche se ho già praticato con alcuni video che mi avete inviato.
    Sono una principiante cinquantenne che si è avvicinata allo yoga praticando mindfulness.
    Apprezzo molto questo video. L’ho messo in pratica questa mattina e spero di riuscire a farlo diventare il mio risveglio mattutino.
    Vi auguro una splendida giornata.
    Grazie
    Simona

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Grazie Simona. Mi fa molto piacere e che diventi la tua pratica quotidiana e poi con la mindfulness e’ ancora piu’ efficace. Splendida giornata anche a te. 🙂 Namaste’ Rina

      Rispondi
  15. Sonia Neri
    Sonia Neri dice:

    Mi piace questa variante del saluto al sole, spiegata molto bene, brava e simpatica l’insegnante, grazie per i vostri preziosi video, namaste

    Rispondi
  16. Monica
    Monica dice:

    Grazie Rina, complimenti per la completezza nelle spiegazioni prima e durante l’esecuzione.
    Ottima questa alternativa, che ho appena eseguito con te! Ne farò uso soprattutto nei giorni in cui mi sento meno fit ma che non voglio tralasciare il saluto al sole quotidiano.
    Un caro saluto a te, Monica

    Rispondi
  17. Antonino
    Antonino dice:

    E’ molto interessante questa variante del saluto al sole, è spiegata molto bene, la metterò in pratica, vi ringrazio.

    Rispondi
  18. CAROLINA FIORI
    CAROLINA FIORI dice:

    Grazie, mi è piaciuto molto questo adattamento del saluto al sole: L’ho provato e l’ho trovato molto utile a sciogliere le rigidità, che al mattino sono più intense…
    Un saluto a tutti e grazie ancora!

    Rispondi
  19. GABRI60
    GABRI60 dice:

    come sempre grazie a tutti voi….siete fantastici e bravissimi….spiegazioni molto chiare e semplici….lo proverò al più presto….. buona settimana e buona vita a tutti.
    namastè.

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Cara Angela grazie per il tuo commento. ? E’ proprio per questo motivo che ho messo il testo che descrive come fare l’esercizio. Quindi puoi stamparlo e metterlo sul tappetino cosi’ lo puoi seguire con i tuoi tempi. Comunque anche se i video sono utili non potranno mai equivalere ad un insegnante dal vivo. Buona pratica.
      Rina

      Rispondi
  20. daniela
    daniela dice:

    Dopo tre mesi di immobilità, a causa di un incidente, sono riuscita a riprendere con molta calma e il saluto al sole qui descritto mi è servito tanto grazie vi seguo con grande affetto.

    Rispondi
  21. lucia
    lucia dice:

    Grazie per questa sequenza semplice, ma ben artcolata e ben spiegata.
    Grazie Rina per il lavoro che stai facendo.
    Un caro saluto
    Lucia
    p.s.non riesco a capire il nome dell’asana seduti a terra con la fronte al tappetino…
    Di nuovo grazie.

    Rispondi
  22. Claudia
    Claudia dice:

    È una bellissima sequenza . Mi aiuta a sistemare la schiena, ma soprattutto se praticata lentamente rilassa la mente. Grazie di cuore. Claudia (over 60)

    Rispondi
  23. Liliana
    Liliana dice:

    grazie Rina sei brava e simpatica , questo saluto al sole è veramente ottimo per la mattina per riscaldare i muscoli prima di fare altre pratiche

    Rispondi
  24. rossana
    rossana dice:

    Ho 60 anni e pratica yoga in maniera discontinua da anni. Ho sempre avuto una avversione per il saluto al sole in effetti questa variante potrebbe riconciliarmi con questa pratica. Da diversi anni ho adottato la pratica dei cinque tibetani che mi è piu’ congeniale. Posso chiedere cosa ne pensate dei cinque tibetani?
    Grazie

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Rosanna mi fa piacere che apprezzi la mia sequenza del saluto al.sole. I 5 tibetani sono un ottimo esercizio fisico li ho praticati anch’io tempo fa ma ora preferisco focalizzarmi sulle asana perché agiscono più profondamente. La storia dei 5 tibetani é sicuramente molto affascinante, magari fosse vera, purtroppo é solo una storia . Se fatti in maniera intelligente fanno sicuramente bene come del resto qualsiasi altra attività fatta nel rispetto del nostro corpo. La bellezza dello yoga è che mantenendo la posizione per un determinato periodo di tempo 5/10 respiri non lavoriamo solo a livello fisico ma andiamo a rigenerare in profondità quella parte sulla quale la posizione sta lavorando e ogni posizione yoga se viene mantenuta per qualche respiro va a stimolare centri vitali diversi. E questo é l’aspetto unico dello yoga. 🙂 Rina

      Rispondi
  25. Brenda
    Brenda dice:

    Grazie per quanto fate. Probabilmente ci sono esercizi specifici più adatti, ma dopo una giornata faticosa, questa serie mi ha fatto proprio sentire meglio, anche se, data l’ora, è più un saluto alla luna che al sole e non c’è niente di meglio che sentire il beneficio per invogliarti a proseguire. A domani mattina, quindi, per affrontare la fatica con più scioltezza.
    Grazzie ancora

    Rispondi
  26. Loredana
    Loredana dice:

    Grazie Rina, anch’io ho sempre proposto delle varianti del Saluto al Sole per le persone che avevano difficoltà di vario tipo, ma questa la trovo particolarmente dolce ed efficace al tempo stesso. La proporrò molto volentieri anche nei miei corsi, ovviamente citandoti come autrice della variante.
    Om Shanti

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *