DIKPALA NAMASKARA, IL SALUTO ALLE DIREZIONI

Per elasticizzare la colonna, invitare energia positiva e protezione.

Questa breve sequenza di esercizi yoga, aiuta a rendere la schiena flessibile ed agile.

Movimenti e respiro, che portano a rivolgersi in tutte le direzioni, come in un saluto a quelli che nella tradizione indiana sono considerati “i guardiani delle direzioni”.

Un modo, oltre che per preparare il corpo, per preparare la mente richiamando un’energia di protezione e positività nella nostra pratica.

“La sorgente chiusa nell’anima vostra dovrà scaturire un giorno e mormorare verso il mare e ai vostri occhi si svelerà il segreto della vostra immensità.”( Kahlil Gibran )

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Shanti Brancolini ed il Team di Passsione Yoga

foto-shanty-bio

Shanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice e Direttrice di Passione Yoga, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Diplomata presso la scuola quadriennale per insegnanti SIYR, insegnante certificata 200 RYT dalla Yoga Alliance; dal 2004 insegna yoga. E’ iscritta all’Associazione YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti.
Leggi la mia biografia

104 commenti
  1. Prema shakti
    Prema shakti dice:

    Grazie grazie come sempre di grande chiarimento
    Ammiro il vostro diffondere conoscenza. …un abbraccio di luce

    Rispondi
  2. Giancarla
    Giancarla dice:

    Grazie di queste preziose lezioni. Avendo problemi alla schiena conto di inserirle, accennando le posizioni senza forzare e chissà col tempo……
    Namaste’

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Sì Giancarla, procedi gradatamente e senza mai forzare…specialmente le ultime due posizioni. I benefici della pratica arrivano anche se non facciamo tutto “perfettamente”

      A presto! 🙂

      Shanti

      Rispondi
  3. Patrizia
    Patrizia dice:

    Grazie infinite credo siano veramente un toccasana per la flessibilità ma ti faccio sempre la stessa domanda scusami, volendole inserire la mattina prima o dopo il saluto al sole? Un abbraccio luminoso Namastè

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Patrizia! 🙂
      Non fa una differenza determinante farlo prima o dopo … ti suggerisco di provare in entrambi i modi e sentire come il tuo corpo reagisce meglio.
      A presto! 🙏 ❤️

      Shanti

      Rispondi
  4. Mariella
    Mariella dice:

    Ciao Shanti mi sei mancata perche’ dopo le due settimane di intensi contatti,anche se non cii coooonosciamo dal vivo, l’assenza dell’attesa di una lezione , un video oo altro e’ stata importante.
    Per fortuna ci hai inviato que d to video molto bello.Questi esercizi si fanno doopo il saluto al sole prima delle asana ma per quante volte?

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Mariella! 🙂 Questo, se hai modo di partecipare, è un appuntamento speciale per rimanere in contatto: http://www.passioneyoga.it/natale2016pyc
      Prova, fai la sequenza sia prima che dopo e vedi come risponde meglio il tuo corpo e sulla base di quello scegli. In questo caso non c’è un modo preferenziale di procedere.
      2-3 volte è sufficiente.
      Un abbraccio a presto!
      Shanti

      Rispondi
  5. Lalla
    Lalla dice:

    Grazie bellissima concatenazione di gesti semplici eppure intensi e molto appropriati riguardo all’ aprirsi e spaziare in tutte le direzioni. Grazie davvero

    Rispondi
  6. Nita
    Nita dice:

    Sequenza molto interessante e Tu come sempre sei splendida e brava; posso ripetere più volte ogni forma rispettando la serie di esercizi ,vero? Eseguendo la variante semplice del gesto dell’est posso eseguire quello dell’ovest poggiando le mani sulle ginocchia? Inoltre, in questo mudra fletto il busto mantenendo la schiena dritta?
    Grazie, con gioia, Nita.

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Grazie Nita, sì ripetila pure più volte. Sì per fare una variante semplice con le mani sulle ginocchia.
      Flettere il busto con la schiena dritta è difficile e non necessario, importante che la curvatura della colonna sia omogenea e che non fai “la gobba”
      Un caro saluto a presto!
      Shanti

      Rispondi
  7. Aldo
    Aldo dice:

    ahimè, non sono riuscito ad andare oltre il primo esercizio semplificato.
    posso continuare a provarlo. o è meglio se per il momento lo accantono ?

    Namaste’

    Rispondi
  8. Eva
    Eva dice:

    Ciao sono principiante nel mondo de lo.yoga e mi piace tanto ma poco fa mi hanno detto che ho un po di scoliosi (credo dopo la gravidanza) ma mi piacerebbe sapere si posso fare queati tipi di esercizi. Grazi mille

    NAMASTE

    Rispondi
  9. piero
    piero dice:

    Non conoscevo il Saluto alle Direzioni: molto interessante.
    Devo migliorare nella flessione del busto in avanti.
    Grazie Shanti!

    Rispondi
  10. di lallo raffaela
    di lallo raffaela dice:

    un esercizio ideale per torsioni e allungamenti della schiena,
    mi piace molto perche’ ho problemi con la colonna
    grazie

    Rispondi
  11. Enrica
    Enrica dice:

    Grazie. Molto bello. Anche per questo esercizio temo di avere qualche problema all’inizio, nelle torsioni. Ho visto, però, che la pratica regolare aiuta a togliere i blocchi.

    Rispondi
  12. Sandra
    Sandra dice:

    Grazie Shanti, ho visto la sequenza e provato molto delicatamente a farla visto che il dolore alle costole c’è ancora. Devo .. o meglio vorrei migliorare in tutto perche la maggiorparte delle posizioni non mi riesce causa rigidità. Un abbracio e ancora grazie 😊🙏

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao cara Sandra, finché non ti è passato del tutto il dolore ti suggerisco di fare il meno possibile … è nel riposo che il corpo si guarisce. La rigidità si supera sicuramente, con una pratica costanza.

      Un abbraccio a presto! 🙂

      Shanti

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *