[box type=”shadow”]mardefMariella Fonte Mi interesso di alimentazione naturale, yoga, benessere psico-fisico e ricerca spirituale da più di quarant’anni.

Decisi di diventare vegetariana a 19 anni. Benché giovane ero debole e non avevo una buona salute. Dovuto al prolungato uso di lassativi, il mio intestino mi procurava colite cronica, stipsi permanente e altri problemi “minori” collegati.

Lo yoga ci insegna che mente e corpo sono uno: il mio corpo soffriva e così anche la mia mente.

Un giorno giurai a me stessa che non avrei mai più preso lassativi in vita mia e che mi sarei curata da sola. E così fu. Cominciai a studiare libri sull’alimentazione e la salute “alternativa”, a frequentare vari corsi, e da allora non ho più smesso di esplorare la connessione che esiste tra l’alimentazione e la salute fisica e mentale.

Ho avuto tre figli da vegetariana, anzi da “macrobiotica”, e li ho allattati tutti e tre al seno. Sono cresciuti meravigliosamente bene, senza omogenizzati e precotti, e sono, tutti e tre, delle persone meravigliose.

Nella mia esperienza ultra-trentennale ho cucinato in ristoranti vegetariani; in comunità di vegetariani; in famiglia; per i miei figli e i loro amici; nei festival vegani; per “carnivori” sorpresi di scoprire che nutrirsi bene è possibile, senza uccidere, senza inquinare e distruggere il pianeta e se stessi; in collaborazione con un meraviglioso marito, creatore appassionato di favolosi orti bio.

Ho spaziato in questi anni dalla cucina della “nonna” in versione “cruelty-free”, a quella indiana-ayurvedica ricca e multiforme come le sculture che adornano i suoi templi antichi. Dalla cucina mediterranea, che mi appartiene per nascita, a quella di luoghi lontani in cui sono stata accolta e dove ho ricevuto amore sotto forma di cibo e di ricette “segrete”. Dalla cucina macrobiotica, ricca di buone indicazioni di base; alla crudista, forse più adatta a chi ha già sperimentato le altre e non sempre consigliabile a tutti.

Ho imparato da cuochi indiani, australiani, americani, giapponesi e italiani.

Ho imparato che c’è una magia speciale nel cucinare per gli altri e che nel cibo che porti in tavola c’è ben più di una combinazione di ingredienti. Esiste un modo di cucinare che è di per sé meditazione e yoga; preghiera e celebrazione.  

Da 20 anni vivo circondata da centinaia di ettari di bosco, ho imparato a riconoscere ed usare le erbe per tisane, ricette e oleoliti e preparare rimedi floreali con i fiori di quest’area, usando acqua di sorgente.

Da circa dieci anni collaboro con Shanti (mia figlia) durante le vacanze yoga: occasioni queste, per condividere con i partecipanti le mie esperienze e conoscenze in questo campo.

Per “formalizzare” il mio antico interesse per lo yoga ho fatto una formazione di insegnante yoga (200 h RYT Yoga Alliance). Insegno quindi anche yoga, pur continuando il mio percorso come cuoca e insegnante di cucina naturale.[/box]