Oltre a specifiche pratiche di yoga ecco alcune utili indicazioni rispetto all’alimentazione che ti aiuteranno in questa stagione.

Insieme alla pratica dello yoga, la ricerca per un sana  alimentazione mi ha sempre appassionato è quindi con molto piacere che colgo al volo la richiesta che mi è stata fatta di portare qualche indicazione rispetto a ciò che può essere utile in questa stagione.

Come ben sa chi ha partecipato alle vacanze yoga quello dell’alimentazione è un’aspetto che ben tengo in considerazione e che è parte importante di una vacanza all’insegna della rigenerazione psicofisica.

Mia madre è la mia preziosa alleata in questo, capace di offrire una qualità straordinaria frutto di quasi quarant’anni di esperienza come cuoca e ricercatrice/sperimentatrice nella cucina ayurvedica, macrobiotica, vegana e naturale; che unisce il benessere con il piacere.

Quindi volentieri lascio a lei la parola, che in parte mi è stata maestra e con cui il confronto continua e spesso diventa oggetto di vivaci discussioni su un’argomento come questo che non è affatto semplice, le cui teorie e le prove scientifiche che dimostrano tutto e il contrario di tutto ne fanno una complessità non indifferente. Non ci sono verità assolute, ma sicuramente la sua ricerca ed esperienza sul campo che l’ha portata a fare scelte e porsi domande in tempi non sospetti, su argomenti che allora erano nella mente di pochi la rende in qualche modo una pioniera i cui spunti possono essere indubbiamente validi.

Ecco quello che ha scritto per noi:

“Importante in questo periodo di passaggio è rafforzare le difese naturali del corpo e prepararlo all’inverno.

Come sempre le risposte ci arrivano dalla Natura stessa.
  • Preferire le verdure e la frutta di stagione. Benvenuti dunque zucche, broccoli, cavoli, rape, patate, mele, agrumi e castagne; un po’ di legumi del nuovo raccolto, in accordo al nostro gusto e grado di tollerabilità.
  • Ridurre il consumo di verdure crude e aumentare leggermente la cottura per le verdure consumate cotte, che d’estate vanno benissimo al dente, ma un po’ meno in autunno.
  • I cerali che riscaldano e nutrono in modo più appropriato man mano che il freddo avanza sono l’avena, ricca e dolce; il miglio, ricco di proteine e il grano saraceno, ottimo anche nelle minestre.
  • Diminuire o eliminare il consumo di zucchero, farine bianche e proteine animali che rendono il ph del sangue acido e quindi più propenso ad ammalarsi.
  • Un pizzico di sale in più ci sta bene: integrale perché possiede ben 80 oligo elementi in più del sale raffinato.
  • Non dimentichiamo la curcuma che purifica il sangue; la cannella e lo zafferano che scaldano e ravvivano il gusto dei nostri piatti; e lo zenzero, un alleato per l’eliminazione di tossine.
  • Infine occhio all’acqua: secondo alcuni vecchi erboristi, molte malattie delle vie respiratorie si potrebbero evitare semplicemente perdendo l’abitudine di bere acqua fredda, men che mai durante i pasti!
Sono disponibile per rispondere a qualsiasi domanda o chiarimento!
Un buon autunno, rosso e giallo, come i frutti che ci regala!
Mariella”
Sono certa che se metterai in pratica queste indicazioni, ti permetteranno di attraversare al meglio questa stagione, per sostenere il tuo corpo che in questo ciclo di raccoglimento e riposo, come la terra, stà riassorbendo le forze vitali per rigenerarle, fortificarle e nutrirle. 

Mariella Fonte.

Leggi la mia biografia

6 commenti
« Commenti più vecchi
  1. Luana
    Luana dice:

    Grazie ,volevo sapere se il cibo c entri qualcosa (e penso proprio di si )visto che puntualmente nel periodo autunnale e primaverile compare sulla mia pelle una micosi non infettiva detta pityrasis versicolor…che alimenti posso prediligere??e che tipo di pratica….tempo fa avevo dato torto al medico che mi disse “È la tua pelle che li produce”
    Ma per certi versi capisco che in fondo aveva ragione se ricolego tutto al cibo errato che posso assumere
    Grazie

    Rispondi
« Commenti più vecchi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.