3 POSIZIONI YOGA PER L’INVERNO E I LORO BENEFICI

Come proteggere e rigenerare la tua energia vitale.

In inverno le ore di buio prevalgono rispetto alle ore di luce, ed è estremamente importante che il “seme” delle forze vitali venga protetto e custodito, affinché possa avere la forza necessarie per germogliare in primavera e dare i suoi frutti in estate.

COSA PRATICARE

Perché questo avvenga è necessario che la tua pratica sia composta da posizioni che incrementano le qualità degli elementi acqua/terra e fuoco, questo ti offrirà resistenza, forza e salute.

COME PRATICARE

La durata di mantenimento delle posizioni dovrebbe essere il più lungo possibile, ricerca e sollecita il limite e quando vorresti sciogliere la posiziona, mantienila per altri 2/3 respiri. Quindi la pratica avrà un ritmo piuttosto lento, più lento di quello che ti mostro nel video che naturalmente ha uno scopo solo esplicativo.

Grazie alla particolare energia di introversione tipica dell’inverno, hai l’occasione di esplorare la dimensione interiore più di qualsiasi altro momento dell’anno, e sperimentare quella pace che il mondo non può offrirti ne toglierti.

 

“Umiltà, quella bassa, dolce radice, dalla quale tutte le virtù hanno origine.”

 

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Shanti Brancolini ed il Team di Passsione Yoga

 

foto-shanty-bio

Shanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice di Passione Yoga e ideatrice del metodo Yoga su Misura, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Insegna yoga dal 2004 ed ha oltre 1000 ore di formazione certificata da autorevoli scuole italiane ed estere. E’ iscritta alla YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti
Leggi la mia biografia

80 commenti
  1. valentina
    valentina dice:

    ciao,
    proverò a praticare in particolare la posizione del ponte legato assieme a mia figlia undicenne che tende a spaventarsi molto delle cose “brutte” che la vita può riservarci e per questo ad essere insonne. magari sarà anche fonte di ispirazione per lei, per una nuova posizione di hip-hop!
    doppiamente grazieee.

    Rispondi
  2. shanti
    shanti dice:

    Potrebbe essere che non le basta fare il ponte per risolvere, ma tanto vale provare e ad ogni modo non può farle che bene…e fammi sapere! Grazie della tua condivisione! 🙂

    Rispondi
    • Team Passione Yoga
      Team Passione Yoga dice:

      Ciao Salvatore! Presto pubblichiamo un video corso specifico per la gestione dello stress, ti invito ad iscriverti su http://www.passioneyoga.it/corsogratuito così riceverai le notifiche appena sarà pronto.
      Una cosa che puoi fare è digitare nel riquadro dove c’è scritto “cerca” le parole stress, ansia o respirazione; ti verranno fuori tutti i post con esercizi di respiro e altro che ti possono aiutare. Scegli quelli che ti sembrano più alla tua portata.
      Buona pratica! 🙂

      Rispondi
  3. catia
    catia dice:

    Ciao Shanti grazie per queste informazioni che non conoscevo, adesso quando andrò a praticare queste posizioni sarò più consapevole dei benefici.

    Rispondi
  4. Kyle
    Kyle dice:

    Ciao, Shanti. Intanto congratulazioni per i video che metti a disposizione e per la tua bellezza. Visto che sei un’ insegnante di Yoga, sicuramente saprai qualcosa sui benefici che può dare il metodo ad inversione a testa in giù. Leggendo varie pagine, su internet, alcuni affermano che sono riusciti a combattere la caduta dei capelli mettendosi a testa in giù per 5 minuti al giorno, tutti i giorni. Bene, sono curioso di sapere la conferma. Ti ringrazio molto per la risposta, in anticipo.

    Rispondi
  5. Cristina
    Cristina dice:

    Grazie Shianti come sempre trovo i tuoi consigli preziosi inizierò da subito a seguirli facendo gli esercizi e qualche momento in più di meditazione e rendere merito alla natura che anche in questa stagione ci regala la possibilità di costruire . Grazie ancora Cristina

    Rispondi
  6. GABRI60
    GABRI60 dice:

    grazie grande shanti, come al solito semplice e chiara ogni tua spiegazione….sono fra le asana che pratico di solito anch’io, le proverò stasera allungando i tempi.
    buona vita. namastè

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Grazie Gabri! Ottimo, prova ad allungare i tempi gradualmente e i progressi non tarderanno ad arrivare! Nell’immobilità prolungata si ha acceso ad una nuova profondità.. è bellissimo! Buona pratica! 🙂

      Shanti

      Rispondi
  7. francesca
    francesca dice:

    Grazie perchè i tuoi video sono sempre calmi rassicuranti e utili e mi invogliano a provare le asana che proponi. Grazie Grazie Grazie namaste
    Francesca

    Rispondi
  8. Laila
    Laila dice:

    Ciao Chanti, grazie per i tuoi preziosi suggerimenti. Ho 74 anni , da tempo ti seguo adattando le asma nel rispetto dei miei limiti. Un abbraccio di Luce

    Rispondi
  9. Nita
    Nita dice:

    Ciao Shanti, nella posizione della sedia il peso del corpo è sui talloni? Inoltre, devo contrarre leggermente l’addome? Grazie, un abbraccio.

    Rispondi
  10. Laura
    Laura dice:

    Grazie Shanti per questa pratica che ci hai donato…… e soprattutto quanta pace ☮️ e serenità esprimi 🌟 Ti abbraccio 🙏🏻💙💜❣️💚🧡💛 Namaste’

    Rispondi
  11. Anna
    Anna dice:

    Grazie Shanti,
    mi piacciono molto i tuoi video e l’attenzione precisa che si ricava dalle tue spiegazioni.
    Namastè,
    Anna.

    Rispondi
  12. Elia
    Elia dice:

    Ciao Shanti … Grazie per i bellissimi video che condividi con tutti noi…. Ti seguo sempre e complimenti per tutto…..[ in un web pieno di ginnasti sei una perla rara che mostra la pratica dello Yoga per ciò che realmente è) . Un saluto e buona energia a tutti.

    Rispondi
  13. Simi
    Simi dice:

    Grazie Shanti molto bello però mi devi spiegare la posizione della bilancia la variante non sono riuscita a farla mi potresti dare qualche indicazione per allenarmi perché mi piace troppo 🥰

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Comincia con la variante semplice, metti due mattoncini ai lati del corpo, poggia le mani per sostenerti e distendi una gamba mettendo il tallone dell’altra gamba tra i glutei… e pian piano solleva le mani. Prova e riprova e riprova … 😉 Fammi sapere! 🙂
      Shanti

      Rispondi
  14. ANNA MARIA PALEARI
    ANNA MARIA PALEARI dice:

    Grazie Shanti cara, sempre generosa di meravigliosi insegnamenti !! Ti abbraccio con grande affetto e riconoscenza !!!

    Rispondi
  15. Tamara
    Tamara dice:

    Grazie è una gioia seguirti! Se posso ti chiedo una cosa, quando ci si mette nella posizione ” fetale”, è importante che le natiche siano a contatto con i piedi? Ciao e grazie

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Ciao Tamara! Meglio sarebbe che le natiche siano appoggiate sui talloni… ma non sempre è possibile e forzare può stressare troppo le ginocchia o il collo del piede, quindi regolati un pò nel rispetto delle tue possibilità 🙂
      Shanti

      Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Bisognerebbe capire i motivi… dovrei conoscerti di persona e farti alcune domande. Così a distanza, ti suggerisco di esercitarti particolarmente proprio su quelle posizioni che ti risultano più difficili! Buona pratica! 🙂
      Shanti

      Rispondi
  16. dina
    dina dice:

    Ciao SHANTI mi fa molto piacere risentirti, mi mancavi! .E un po’ che non mi collego. Vederti e sentirti mi da’ carica, conforto e mi stimola nella pratica Yoga .Grazie per il supporto che ci dai..NAMASTE’. UN ABBRACCIO FORTE. Dina.

    Rispondi
  17. raffaela di lallo
    raffaela di lallo dice:

    le sue esercitazioni sono sempre salutari e aiutano nel vivere la vita con piu leggerezza e consapevolezza
    del proprio corpo, emozioni

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

È ORA IL MOMENTO

PER INIZIARE A PURIFICARTI E DISINTOSSICARTI

Scopri come farlo con questa tecnica di respirazione