Straordinaria per la postura, il respiro e l’emotività, ecco come trarre il massimo da questa posizione.

E’ indubbiamente una delle posizioni più conosciute e presenti nei vari stili di yoga, svan asana, la posizione del cane è eccezionale per:

  • scaricare le tensioni dalla schiena
  • migliorare la postura
  • espandere il respiro
  • aprire ed elasticizzare le spalle e torace
  • rafforzare le braccia
  • contrastare depressione e tristezza

Insomma, ci sono ottimo buoni motivi per praticarla spesso e inserirla di frequente nella tua pratica di yoga; ma per riceverne tutti i benefici deve essere eseguita correttamente e bisogna tenere presente alcune precauzioni.

1. le mani devono essere appoggiate per terra alla distanza delle spalle

Allarga bene le dita e appoggia tutta la superficie della mano compresi i 5 polpastrelli enfatizzando la pressione dell’indice e del pollice sul tappetino.

2. i piedi sono divaricati la misura del bacino

Dai un’occhiata verso i piedi, se vedi i tuoi talloni posizionali in modo che non riesci più a vederli.

3. attiva le braccia

Mentre premi verso il basso con i polsi, senti l’impegno muscolare arrivare fino ad attivare le braccia. Senti come se un magnete volesse attirare i pollici l’uno verso l’altro, ruota leggermente gli avambracci verso l’interno e verso l’alto.

4. ruota verso l’esterno le braccia

Può sembrare difficile ruotare internamente gli avambracci ed esternamente le braccia ma è possibile, questo ti permetterà di allontanare le tue spalle dalle orecchie e lasciare più spazio al collo.

5. il collo e la testa devono proseguire lungo la stessa linea della colonna vertebrale

Il collo è parte della colonna vertebrale, quindi dovrebbe essere allineato con essa, anche se il posizionamento esatto del collo dipenderà dalla vostra anatomia specifica. La cosa fondamentale è non lasciare la testa a “ciondoloni” né inarcare il collo portando la testa in alto.

6. tieni le scapole stabili e verso il bacino

Un errore comune in questa posizione è caricare molta tensione nelle spalle e nel collo. Per evitare questo devi tenere le scapole bene appoggiate alla schiena e sentile attrarre indietro, verso il sacro.

7. attiva l’addome attirando l’ombelico verso la colonna

Questo ti permetterà di non caricare troppo le spalle e i polsi; mantieni questa attivazione e le costole attratte verso l’addome per tutto il tempo che decidi di mantenere questa posizione.

8.piega un poco (o molto) le ginocchia spingendo il bacino in alto e indietro

Senti la differenza che questo fa sulla tua colonna: se hai i tendini del ginocchio tesi, per il bene della tua schiena è molto meglio praticare questa posizione con le ginocchia piegate, piuttosto che forzare i talloni verso il basso e compromettere l’allungamento della colonna vertebrale. La priorità è allungare la colonna vertebrale, i talloni verso il basso ci potranno andare in un secondo momento quando avrai conquistato maggiore flessibilità.

9. ruota l’interno cosce verso l’interno e ferma l’esterno delle cosce.

Fai questo, e noterai quanto più facile diventa sollevare il bacino e gli ischi in alto e indietro.

10. distendi le gambe senza cambiare la forma della colonna vertebrale o del bacino.

A questo punto, puoi iniziare ad allungare i talloni indietro. Forse raggiungono il pavimento, forse no, potrebbe volerci diverso tempo e ricorda che l’allungamento della colonna vertebrale deve sempre avere la priorità.

Tieni presente che queste sono indicazioni generali che non tengono presente di situazioni e disturbi specifici che richiederebbero la guida diretta di un buon insegnante. Ma a grandi linee: se soffri di ipertensione potrebbe darti fastidio mantenerla a lungo, così come i primi giorni del ciclo specialmente se il flusso è abbondante. Ti raccomando di seguire le indicazione che dovrebbero sempre accompagnare tutte le diverse pratiche di yoga (leggi QUI) e potrai eseguirla in sicurezza e con il massimo dei benefici. Buona pratica!

Se vuoi fare dello Yoga su Misura il tuo stile di vita,  fissa un appuntamento con un nostro consulente !

Shanti Brancolini

Insegnante Yoga, Fondatrice di Passione Yoga e ideatrice del metodo Yoga su Misura, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Leggi la mia biografia

6 commenti
  1. Isabel
    Isabel dice:

    Ciao Shianti, grazie di cuore por tutti i tuoi regali … consigli preziosi per la vita!
    Volevo segnalarti che non si riesce a vedere la posizione della devozione in quanto quando fai il clik si apre di nuovo quella del cane.
    Riesci a sistemarlo,

    Grazie 1000!
    Namastè

    Sono tanto ammareggiata che non posso venire da te per la scuola ci tenevo tanto solo che ho pocchi giorni disponibili avevo pensato a una mini vacanza con possibilità di assistere a qualche lezione però certamente non avrei tutto il corso …… niente sarà per un’altra volta

    Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      Ciao Isabel!
      Grazie per l’indicazione, è vero il link non funzionava, l’ho corretto ora dovrebbe andare bene.
      Tieni d’occhio il calendario degli eventi, di tanto in tanto faccio delle lezioni singole a tema…partecipare a quelle sicuramente è meno impegnativo che frequentare i corsi settimanali e ci sono vacanze yoga che durano solo un paio di giorni, anche per queste trovi tutte le indicazioni sul calendario degli eventi: https://www.passioneyoga.it/calendario/
      Un abbraccio! Shanti

      Rispondi
  2. Elena
    Elena dice:

    Lo Yoga è una meraviglia. I amo particolarmente posizioni come: Sirsasana, Bujanghasana e, senza dubbio, la posizione del cane!
    È bellissimo trovare un post con una buona spiegazione per capire come fare la posizione del cane correttamente.
    Grazie!!

    Rispondi
    • shanti
      shanti dice:

      haha!! he già…sono tante indicazioni tutte insieme, ma non ti smonti, garantito 😉
      Essere guidati. un’indicazione alla volta, ed eseguirle passo passo è più facile!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.