Come le posizioni di yoga, le “mudra”, vanno ad agire sugli elementi ed i canali energetici. Ecco la più indicata per questa stagione.

La pratica delle posizioni yoga, oltre che aiutarci a trovare e a mantenere un eccellente forma fisica; se praticate adeguatamente, permettono di ritrovare un profondo equilibrio energetico.

Ogni disagio e malessere psicofisico, sono conseguenza di uno squilibrio energetico dovuto a un eccesso o ad una carenza degli elementi di cui siamo costituiti. Una volta ristabilito questo equilibrio, piccoli e grandi problemi si risolvono spontaneamente.

Se vogliamo che questo accada, dobbiamo tenere presente le caratteristiche energetiche che ci contraddistinguono e come vengono influenzate dalla particolare stagione che stiamo attraversando.

Nella stagione umida e fredda, l’elemento aria (vata) tende ad alterarsi creando vari disturbi come nervosismo, vulnerabilità, gonfiore e nei casi più acuti insonnia, confusione, artrite, sciatica e dolori cervicali.

Il livello di questi disagi dipende dal tipo di costituzione individuale, nei soggetti con una spiccata predominanza dell’elemento aria ed etere questi disturbi saranno più acuti.

Per benefici profondi e duraturi sono indicate sequenze di posizioni yoga che riequilibrano questo elemento e andrebbero evitate posizioni e modalità di pratica che lo alterano. Una proposta di yoga che tiene conto di questi aspetti è uno degli elementi che contraddistinguono lo “yoga su misura”. Leggi qui per scoprire di più: Yoga su Misura

Ma se non hai ancora avuto modo di partecipare ad una mia vacanza yoga o ad un corso on line, un modo facile e letteralmente alla portata di mano per riequilibrare questa alterazione e attenuarne i sintomi è eseguire vayu mudra

Ognuna delle nostre dita corrisponde ad un’elemento presente nel corpo e attraverso determinate stimolazioni possiamo regolare  l’azione di questi elementi, che quando in equilibrio tra di loro determinano l’equilibrio psicofisico.

Come eseguirla?

Vayu mudra, una posizione yoga (delle mani) per l'inverno Appoggia la punta degli indici alla base del pollice e il polpastrello del pollice sopra l’indice, mantieni le altre dita distese, esegui con entrambi le mani. Si può eseguire in qualsiasi momento e posto, purchè ovviamente non hai bisogno di utilizzare le mani. Dovrebbe essere eseguito per minimo dieci minuti e quando i sintomi sono molto acuti sarebbe utile eseguirlo per 45 minuti al giorno per un paio di mesi, tutti insieme o suddivisi: 15′ la mattina 15′ il giorno e 15′ la sera.

Benefici

Questa mudra equilibria le alterazioni dell’elemento aria:

  • migliorando le funzioni digestive
  • eliminando il gonfiore
  • donando calma al corpo e alla mente.

Come la natura che in questo periodo “dorme” per riprendere forza, anche il tuo corpo rallenta i suoi bioritmi, assecondare questo ciclo e muoverti tenendo presente gli effetti delle varie stagioni su di esso è un modo prezioso per custodire la tua salute.

Una buona cosa quindi è intervenire anche su altri aspetti, ed abbinare vayu mudra a buone abitudini, evitando accuratamente tutto quello che disperde energia vitale: eccessiva esposizione al freddo e umido, cibi e bevande freddi, troppa attività fisica…tutti gli eccessi e le abitudini irregolari che manteniamo in questa stagione sono particolarmente dannosi e costosi per il nostro sistema energetico.

alcune indicazioni preziose:

Un ritmo di sonno e veglia regolari sono determinanti per rafforzare il corpo, ma anche per dare stabilità alla nostra mente e pacificare l’emotività, così come mangiare sempre negli stessi orari.

Bevi acqua solamente calda, fai uso di spezie per migliorare la digestione,  teni ben caldi i reni, scegli magliette lunghe che coprono bene la schiena sopratutto quando fai yoga, visto che in alcune posizioni la schiena tende a scoprirsi, condisci con abbondanti grassi sani come oli vegetali spremuti a freddo e ghee (scopri di più qui: il cibo degli dei) dai più spazio in cucina ai sapori dolce (non il dolce dello zucchero! Ma dei cereali integrali e delle verdure e della frutta di stagione),  acido e salato.

La sera massaggiati i piedi con dell’olio di sesamo caldo dopo coprili con dei calzini, questo ti permetterà di fare un sonno profondo e ristoratore.

Seguendo queste indicazioni il tuo corpo potrà rigenerarsi e come un seme nella terra nutrirsi e rafforzarsi per sbocciare rigoglioso in primavera.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo ora con i tuoi amici!

Shanti Brancolini ed il Team di Passsione Yoga

 

foto-shanty-bio

Shanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice di Passione Yoga e ideatrice del metodo Yoga su Misura, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Insegna yoga dal 2004 ed ha oltre 1000 ore di formazione certificata da autorevoli scuole italiane ed estere. E’ iscritta alla YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti
Leggi la mia biografia