IL BRAHMASTRA SUPER-BEVANDA ANTI-INFIAMMATORIA E TONIFICANTE

Come prepararla per rafforzare il sistema immunitario

Questa bevanda porta in equilibrio il calore interno, rafforza il sistema immunitario, ha proprietà anti infiammatorie e rimuove le congestioni invernali. 

Viene chiamata “brahmastra”, come un’arma di cui si parla nel Mahabharata, un lunghissimo racconto epico, denso di avvenimenti, fra cui la battaglia di Kurukshetra, scenario durante il quale avviene il colloquio fra Krishna e Arjuna descritto nella Bhagavad Gita (uno dei testi fondamentali della filosofia dello yoga).

Quest’arma produceva un grandissimo calore, distruggendo solamente il bersaglio prescelto. Era costituita di energia sottile che si manifestava tramite la sola recitazione di specifici mantra, conosciuti da pochissimi guerrieri, severamente addestrati.

In India hanno scherzosamente chiamato brahmastra una bevanda che potesse “colpire” solo gli agenti patogeni quando si è costipati e raffreddati, aiutando così il corpo a rafforzare le sue difese naturali.

Ecco le spezie che si usano e le loro caratteristiche: 

  • zenzero: è un anti-infiammatorio; facilita la digestione; diminuisce il dolore alle articolazioni che spesso si manifesta insieme all’influenza; favorisce l’eliminazione delle tossine ed è adatto a tutte le costituzioni.
  • cannella: anti-batterico; anti-infiammatorio; blandamente riscaldante; bilancia il livello di zuccheri nel sangue; il suo aroma schiarisce la mente.
  • anice stellato: anti-ossidante; anti-micotico; utile nei disturbi respiratori; contiene l’acido scichimico, usato per curare l’influenza e altre infezioni virali. Va preso in piccole quantità. Ne esiste una varietà tossica che cresce in Giappone, ma in Europa l’importazione di questa pianta è proibita.
  • pepe nero: utilizzato nell’ayurveda per dare sollievo nei disturbi respiratori, tosse, sinusiti e congestione nasale; anti-microbico; aiuta la digestione e previene la formazione di gas intestinali; ricco di oligo-elementi. Adatto a tutti i tipi di costituzione. Le persone molto calorose devono consumarlo con moderazione.

Ingredienti per due tazze grandi:

  • un cucchiaio colmo di zenzero fresco grattugiato
  • ½ bastoncino di cannella
  • 1 stella di anice
  • 5 grani di pepe nero schiacciati

Fai bollire nell’acqua tutti gli ingredienti per 5 minuti. Spegni il fuoco e copri la pentola, lasciando in infusione le spezie per altri 5 minuti. Filtrala e bevila calda.

La cannella e l’anice stellato addolciscono già la bevanda, ma se vuoi, puoi aggiungere un pizzico di stevia polverizzata o sciroppo d’acero. Se la lasci intiepidire puoi anche aggiungere un po’ di miele. Ricordo infatti che sopra i 40° il miele diventa tossico.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Il Team di Passione Yoga

 

Mariella Fonte. Autore del libro “Cucina Yoga” e membro del Team di Passione Yoga
Leggi la mia biografia

80 commenti
    • Mariella
      Mariella dice:

      Ciao Flavia, che io sappia non esiste una tisana già pronta con questi ingredienti, ma Yogi tea ha una vasta gamma di ottime tisane, di cui molte di esse contengono appunto zenzero, cannella e anche pepe.
      Se non hai tempo per prepararla, puoi scegliere quindi qualche tisana già pronta, che contenga almeno due o tre delle spezie presenti nella ricetta. Non sarà proprio la stessa cosa, ma ti sarà ugualmente utile.

      Rispondi
  1. davide
    davide dice:

    Bellissima ricetta e grazie per la spiegazione.
    Ho un dubbio sulla preparazione. Gli ingredienti vanno messi in acqua fredda o devo aspettare che l’acqua sia arrivata a bollore?
    Grazie, vi ho scoperto da poco e il vostro sito mi piace moltissimo. 🙂

    Rispondi
    • Mariella
      Mariella dice:

      Ciao Davide,
      sono contenta che ti piaccia il sito: è un po’ l’espressione e il risultato di tanti anni di appassionata ricerca spirituale/materiale. Infatti, finchè viaggiamo all’interno di un corpo fisico, i due aspetti sono imprescindibili.

      Sì, gli ingredienti vanno messi a freddo, insieme all’acqua.
      Buona lettura dunque, e se hai altri dubbi non esitare a contattarci.

      Rispondi
  2. stefano
    stefano dice:

    Interessante. Volevo sapere quando è preferibile consumarla , quante volte alla settimana e se per tutto l’anno o solo nei periodi più freddi o quando una persona è piu debilitata grazie

    Rispondi
    • Mariella
      Mariella dice:

      Ciao Stefano,
      questa tisana è adatta in particolare quando sentiamo che sta per arrivarci un raffreddore o non abbiamo digerito bene e il nostro corpo ha bisogno di calore. Allora anche una volta al giorno va bene.
      Se ti piace e senti che ti fa bene, può diventare un’abitudine quasi quotidiana, magari facendo a meno di tanto in tanto, dell’anice stellato e del pepe. E alternando con altri tipi di tisana.
      Varia molto da persona a persona. Di sicuro, per un uso più costante, è più adatta d’inverno o quando non abbiamo digerito bene per eccesso di cibo o per aver mangiato un cibo non adatto a noi.

      Le persone molto calorose, ad esempio, che hanno sempre fame, o chi ha le mucose dello stomaco molto delicate o soffre di gastrite, è meglio che la evitino. Volendo, è possibile anche diminuire le dosi degli ingredienti ed ottenere così una versione più blanda.
      Come vedi non esiste una risposta unica: ognuno può scoprire attraverso la sua esperienza, i risultati ottenuti e il buon senso, qual’è la cosa migliore per lui/lei.

      Rispondi
  3. Gabriele
    Gabriele dice:

    Ho scoperto questo sito da poco, voglio iniziare a praticare yoga e gironzolavo in internet per cercare qualche dritta. Devo farvi i complimenti, il sito è bellissimo e mi sembrate persone ben preparate ed equilibrate. Questa tisana dev’essere buonissima…io in realtà non ne ho un gran bisogno dato che per fortuna non soffro di problemi gola, raffreddamenti frequenti. Ho più problemi di gonfiore addominale ma questa è un’altra storia. Peccato siate lontani da me, mi sarebbe piaciuto iniziare a frequentare un corso di yoga da voi. Un saluto

    Rispondi
  4. Barbara
    Barbara dice:

    Grazie Mariella e Shanti, oggi mi è arrivata la vostra mail come un regalo di inizio anno.
    Seguirò i vostri utilissimi consigli e vi mando tanta luce e un abbraccio enorme carissime donne preziose.
    Grazie di cuore.
    Barbara

    Rispondi
  5. Mary
    Mary dice:

    ??Ho provato il preparato è abbastanza forte ,soprattutto sente molto lo zenzero! Volevo provare anche il altro preparato con il miele.zenzero,limone e sale la mia domanda si può prendere tutte due ,questo ultimo prima dei pasti invece BRAHMATRA dopo i pasti? Grazie Gentile Mariella i suoi insegnamenti sono vitale per me.????

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Cara Mary, se senti che lo zenzero è troppo forte mettine di meno. Certamente puoi alternare con altre bevande, ma se usi il miele è meglio che lo metti quando la tisana è appena tiepida, perchè il miele riscaldato diventa tossico ??
      Mariella

      Rispondi
  6. L B
    L B dice:

    Grazie. La proverò sicuramente. Per tazza grande si intende una tazza tipo “mug”? Non sapevo che il miele, ad alta temperatura, diventa tossico. Non userò niente per dolcificare, per sentire il vero sapore della bevanda “brahmastra”.

    Rispondi
  7. Cinzia Condorelli
    Cinzia Condorelli dice:

    Grazie Mariella, ma per chi soffre di colon irritabile, il pepe può danneggiare ulteriormente?, la tisana si può prendere tranquillamente???

    Rispondi
  8. Luigi
    Luigi dice:

    Grazie per la ‘ricetta’, ma per armonizzare e mitigare le spezie ci potrebbe stare bene un pò di ghee? ma volendo partecipare alle lezioni yoga settimanali dove vengono tenute a città di castello o a san sepolcro? io sono di perugia. Grazie

    Rispondi
  9. Cinzia
    Cinzia dice:

    Avevo già sentito parlare di questa preparazione per le costipazioni, adesso so come si prepara, ma volevo chiedere la quantità di acqua da utilizzare! Grazie per le vostre preziose informazioni

    Rispondi
  10. FIORELLA
    FIORELLA dice:

    Buongiorno e grazie mille è sempre bello ascoltare i tuoi video sia per quello che ci insegni e soprattutto per come lo fai.
    Buona giornata
    Fiorella

    Rispondi
  11. Barbara
    Barbara dice:

    Grazie Mariella,questo vdeo mi è stato utilissimo! Unirò la ricetta di questa tisana al meraviglioso “elisir di linga vita” proposto da Shanti ,a base di acqua e radice di zenzero,bolliti,messi nel termos e sorseggiati durante la giornata.Video preziosi da custodire con immensa cura. Al prossimo commento! Barbara

    Rispondi
  12. Paola
    Paola dice:

    Conferenza su alimentazione Ayurveda da Shanty a Città di Castello ??
    Un sacco di cose belle in una volta sola…
    ..magari questa volta ce la faccio davvero?!
    Grazie di tuttooooo!!!!

    Rispondi
  13. Isabella
    Isabella dice:

    Grazie per la ricetta, molto utile nel periodo invernale, io aggiungerò solo 1 grano di pepe nero essendo calorosa.
    Namasté

    Rispondi
  14. Micaela
    Micaela dice:

    Grazie Mariella,la proverò sicuramente! Domanda: posso sostituire il pepe nero con pepe lungo che finalmente ho trovato!? Namastè

    Rispondi
  15. Eloa’ Pellizzaro
    Eloa’ Pellizzaro dice:

    Grazie mille Mariella per la ricetta che metterò subito in pratica avendo noi tutti in famiglia una forte influenza
    Namaste’

    Rispondi
  16. Luna
    Luna dice:

    Grazie per quest’altra meravigliosa ricetta, mi è piaciuta molto e credo che diventerà una delle mie preferite insieme all’acqua bollita con lo zenzero di Shanti che ormai mi accompagna quasi ogni giorno in inverno e primavera. ?

    Avrei una domanda che però non c’entra con il video in sé: qual’è il titolo della musica che apre e chiude tutti i vostri video, e dove posso trovarla?
    Mi piace moltissimo, vorrei utilizzarla come sottofondo per le mie meditazioni.
    Grazie mille, namastè ??

    Rispondi
      • Luna
        Luna dice:

        Grazie,? la bevo molto volentieri in tutte le stagioni allora, magari tranne l’estate perché proprio non ce la faccio a berla calda.
        Va bene anche alternarla, nella stessa giornata, ad acqua a temperatura ambiente? Io ad esempio ne bevo un litro calda e bollita + un altro litro a temperatura ambiente.

        Grazie mille per il link, ne farò tesoro! ♥️

        Rispondi
  17. Fede
    Fede dice:

    Ciao a Shanty e la sua mamma?
    Faccio questa bevanda tutti gli inverni !!!! Molto riscaldante e non ho mai il raffreddore ..grazie

    Rispondi
  18. Nancy
    Nancy dice:

    Ciao Mariella, qui in Argentina non trovo, per ora anice stellato, si in semi, posso utilizzarlo? O è meglio farlo senza? ? Grazie mille!! Il tuo libro è meraviglioso… Stai pensando in una seconda parte??

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.