PURIFICAZIONE E FLESSIBILITA’

Come fare

Ecco una semplicissima abitudine, che ti permetterà migliorare la tua salute e la tua pratica di yoga.

Dall’ayurveda, la disciplina gemella dello yoga un modo straordinariamente semplice ed efficacie per idratare in profondità, ritrovare flessibilità e migliorare la digestione e l’eliminazione di scorie e tossine.

La cura idropinica

E’ il metodo migliore per eliminare le scorie, le tossine e i residui di cibo che dovuto a una cattiva digestione si depositano lungo il tratto gastro intestinale e lungo il metabolismo cellulare e tessutale.

Questo accumulo di tossine è pressoché responsabile di ogni malattia. L’eliminazione di queste dovrebbe quindi essere l’obbiettivo iniziale di qualsiasi tentativo di migliorare la propria salute. Il metodo più efficacie e facile per farlo è la così detta cura “idropinica” che consistente in bere acqua bollita e consumarla calda.

Alcuni benefici

  • Aumenta la flessibilità articolare
  • Elimina il falso senso di fame
  • Attenua dolori alla testa, schiena e articolazioni
  • Elimina ogni sorta di disturbi intestinali
  • Idrata la pelle che appare dopo pochi giorni più luminosa
  • Affina il senso del gusto e il cibo acquista un sapore più inteso
  • Aiuta a perdere peso
  • Migliora la digestione
  • Ha un azione calmante e distensiva

Ecco come fare

Per ottenere questi effetti non è necessario bere grandi quantità, ma piuttosto seguire con attenzione ognuno di questi passaggi.

Cosa serve: 1.acqua di sorgente o acqua minerale oligominerale 2.un buon termos 3.un pezzetto di radice di zenzero fresco.

  • Metti un litro e mezzo d’acqua sul fuoco,
  • Quando bolle abbassa la fiamma
  • Aggiungi un pezzetto di zenzero, la quantità che gradisci
  • Falla bollire per 10 minuti
  • Spengi e lascia riposare un minuto
  • Filtra e scola nel termos senza versare il fondo

Se lo zenzero fresco non lo trovi puoi utilizzarlo secco in polvere, anche senza ha comunque effetti simili. Serve più che altro a rendere il sapore dell’acqua più gradevole ed amplifica gli effetti sulla digestione.

Come consumarla

La prima tazza bevila la mattina, a digiuno prima di fare colazione. Bevine il resto a metà tra colazione e pranzo e l’altra metà tra colazione e cena. E’ più utile bere di frequente a piccoli sorsi, piuttosto che tanta tutta insieme, cerca quindi di distribuirla durante la giornata. Alcune persone che tendono a scordarsi mi hanno detto che impostano la sveglia sul cellulare ogni 30 minuti, mi sembra una buona strategia.

Inizia oggi stesso! Ogni momento dell’anno è buono per fare un paio di settimane di questa “cura idropinica” ma se lo farai ora che è primavera, aiuterai notevolmente i processi di purificazione e disintossicazione in atto!

Shanti Brancolini

Insegnante Yoga, Fondatrice di Passione Yoga e ideatrice del metodo Yoga su Misura, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Leggi la mia biografia

203 commenti
« Commenti più vecchi
  1. PaolaZiliani
    PaolaZiliani dice:

    Ciao Shanti, mi confermi che anche chi ha problemi di ipertensione, sotto controllo medico, può assumere zenzero?
    Grazie mille per tutti i consigli
    ?

    Rispondi
« Commenti più vecchi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.