PRATYAHARA: PRATICA E MEDITAZIONE PER LA SERA

Scopri la pratica per dormire bene e svegliarti con energia.

La sera non è il miglior momento per praticare asana, le posizioni yoga. Siamo nella fase discendente dell’energia solare e bisognerebbe man mano che ci avviciniamo al momento di andare a dormire, ridurre l’attività fisica e mentale.

Dopo il tramonto del sole fino alle h 22 circa, c’è una predominanza degli elementi acqua e terra, che grazie alle loro qualità di pesantezza e coesione favoriscono la tranquillità, la pace ed un sonno rigenerante.

Fai attenzione quindi ad evitare attività o abitudini che alterano il fuoco o l’aria; ed adeguandoti ai ritmi della vita di cui sei parte inseparabile hai la possibilità di una rigenerazione psicofisica straordinaria.

Ecco 2 modi per farlo:

Il primo, è tramite la pratica del pratyahara, che consiste nella riduzione degli stimoli sensoriali.  

Quindi, meno luci, meno parole, meno attività, meno lavoro, meno telefonate, meno schermi luminosi, meno informazioni, meno immagini… è arrendersi un poco ed accettare che è tempo di rallentare e riposare, rinunciando almeno per poco a risolvere, sistemare o concludere tutto a tutti i costi.

Se fai questo potrai godere di un sonno veramente rigenerante e svegliarti con energia.

Un altro modo è tramite questa meditazione sul respiro addominale, come indicato nel video, che volendo puoi fare anche nel letto.

 

Per raggiungere la conoscenza aggiungi qualcosa ogni giorno. Per conquistare la saggezza togli qualcosa ogni giorno. Lao Szu

 

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Shanti Brancolini ed il Team di Passsione Yoga

 

foto-shanty-bio

Shanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice di Passione Yoga e ideatrice del metodo Yoga su Misura, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Insegna yoga dal 2004 ed ha oltre 1000 ore di formazione certificata da autorevoli scuole italiane ed estere. E’ iscritta alla YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti
Leggi la mia biografia

157 commenti
  1. Marcello Rossi
    Marcello Rossi dice:

    come posso dimenticare un’amica e una maestra che con la Sua dolcezza ci trascina nella meditazione e nella serenità, ma in particolare devo dirti grazie per quello che fai e un forte abbraccio – Marcello

    Rispondi
  2. L B
    L B dice:

    Grazie! In genere cerco di non impegnarmi in attività di sera, per i motivi che molto chiaramente spieghi tu nel video, quando la mia mente è impegnata in pensieri dai quali non riesco a “staccare”, infatti, non riesco ad addormentermi. Proverò anche la meditazione sul respiro addominale, quando sono a letto. Infinitamente grazie!

    Rispondi
  3. Carmen
    Carmen dice:

    Bel video come sempre; personalmente ho preso l’abitudine di fare yoga al tramonto perchè mi trovo bene e anche perchè trovo che corpo e mente rispondano meglio, ho provato di mattina ma avendo la pressione normalmente bassa ho livelli di energia anche bassi e la mente meno propensa.
    Grazie, un saluto

    Rispondi
  4. gabriella
    gabriella dice:

    Con questa semplice meditazione ritrovo la pace, il rilassamento, il sonno tranquillo, i sogni leggeri. Tutto il mio benessere. Ma non è tutto: quando io cambio il mio stato di tensione in uno stato di benessere, cambia il Mondo intorno a me, cambia il mio sguardo sul mondo. Perché Tutto è connesso.
    Grazie!

    Rispondi
  5. Silvia Arienti
    Silvia Arienti dice:

    Grazie cara Shanti, ogni tuo suggerimento “gocce che creano un oceano”.
    Ti auguro uno spettacolare viaggio in India.

    Rispondi
  6. Ange
    Ange dice:

    Grazie per i tuoi consigli preziosi, il tuo timbro dolce e per le parole sagge che concludono questo video…lasciar andare

    Rispondi
  7. Anna Maria Paleari
    Anna Maria Paleari dice:

    Ancora una volta, grazie cara Shanti. Anche per me è importante, prima di dormire prendermi cura del respiro. Per anni nella mia formazione continua ho frequentato un maestro che, dopo ogni ciclo di asana, circa 2 o 3, ci chiedeva di lasciare scorrere sospiri o sbadigli. Prima di dormire, anche io mi collego al respiro… e mi accorgo che spesso il diaframma non è del tutto disteso, faccio due o tre sbadigli e… cado nel sonno, immagino con una respirazione più libera e quindi una qualità di sonno migliore. Ormai è diventata una sana abitudine.
    Mi rendo conto che è difficile seguire il tuo peraltro scientificamente provato consiglio, di ridurre le attività fisiche la sera, di non esporsi a schermi luminosi, meno parole, meno telefonate. Diciamo che le famiglie di oggi, dove entrambi i genitori lavorano, la sera è il momento di svago, di fare la spesa, di controllare i compiti dei figli, di contattare un amico o un parente . Ritengo questo suggerimento che tu dai sia una valida alternativa alla preparazione naturale che raramente è possibile fare. Ancora grazie

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.