Pratica breve per dormire meglio in menopausa

3 posizioni yoga per vincere l’insonnia

Hai problemi ad addormentarti o ti svegli durante la notte?

Non sei la sola!

L’insonnia è infatti uno dei problemi tipici della menopausa ed è dovuta all’alterazione degli elementi aria ed etere che caratterizza questa fase della nostra vita.

Se trascurata può avere degli effetti negativi sulla tua salute ma non è un problema insormontabile.

Ho scelto 3 posizioni che sono eccezionali per rilassare la mente e sciogliere le tensioni del corpo, per avere un sonno profondo e rigenerante ma ti devi aiutare anche con uno stile di vita adeguato e piccoli accorgimenti come quello di non bere caffè almeno dopo le 2 del pomeriggio, di prediligere una cena leggera, possibilmente non dopo il tramonto del sole.

Ho pensato a queste posizioni in modo tale che tu possa utilizzarle facilmente anche nel caso in cui ti svegliassi la notte e quindi puoi farle nel letto con facilità.

  1. Supta Baddha Konasana posizione dell’angolo reclinato

Supta Baddha Konasana è una posizione meravigliosa che ti aiuta a raggiungere uno stato di rilassamento profondo in soli pochi minuti.

Ti permette di allungare le cosce, sciogliere le tensioni nella zona pelvica , migliorando la circolazione sanguigna e linfatica in questa zona attivando anche il sistema nervoso parasimpatico che favorisce la quiete, la rigenerazione e la riparazione dei tessuti e delle cellule.

  1.  Inizia posizionando un cuscino alla base della schiena.
  2.  Fletti le ginocchia, unisci le piante dei piedi e separa le gambe lateralmente, senza forzare o spingere. 
  3. Appoggia il corpo su uno o più cuscini in modo che sia la schiena che la testa siano appoggiati e lascia che il tuo corpo si apra e si rilassi nella posizione.
  4. Respira lentamente profondamente. Inspirando senti l’addome che si espande ed espirando si contrae. Visualizza ora una luna piena nel cielo. Osservala in tutto il suo splendore. Immagina che la sua luce argentea si rifletta nelle acque del tuo bacino e di accarezzare col tuo respiro l’intera circonferenza della Luna. Inspirando percorri la metà del cerchio in salita, da sinistra verso destra. Espirando percorri l’altra metà del cerchio da destra verso sinistra, in discesa. Questo respiro circolare infonde in ogni parte del tuo essere una straordinaria sensazione di pace e serenità. Continua così per almeno 10 cicli di respiro.

  1. Jathara Parivartanasana torsione addominale

Questa torsione addominale, aiuta a rilassare la parte alta della schiena dando sollievo ai muscoli della zona dorsale le cui tensioni sono estremamente difficili da sciogliere. Aiuta inoltre la digestione.

  1. Sdraiati sul fianco sinistro con le ginocchia flesse e portale il più possibile vicino al torace, unisci i palmi della mani nella posizione di namastè
  2.  Inspira apri lateralmente il braccio destro portandolo all’altezza della spalla ed espirando unisci nuovamente i palmi delle mani. Nel aprire il braccio porta l’attenzione al tuo cuore che come un fiore di loto si apre al mattino e quando unisci i palmi delle mani si chiude con il sopraggiungere della sera. 
  3. Ripeti  per 6 volte e poi mantieni la posizione con le braccia aperte dai 5 ai 10 respiri e con ogni espirazione lasciati andare, permettendo a ogni tensione di scivolare via e dissolversi completamente.
  4. Ripeti sull’altro lato con la stessa modalità e gli stessi tempi.

  1. Upavistha Konasana posizione seduta dell’angolo

Upavishta Konasana rimuove la tensione dalla parte bassa della schiena, dalle gambe e dall’inguine, rilassando il corpo e la mente.

  1. Siedi con la schiena allungata.
  2. Estendi le gambe lateralmente a forma di V, mettendo le mani sul materasso per favorire l’equilibrio.
  3. Non distanziare troppo le gambe se senti qualche disagio.
  4. Inspira allungando la colonna.
  5. Espira fletti il busto in avanti partendo dalle anche. Se necessario metti uno o più cuscini davanti al busto appoggiandoci sopra la fronte.
  6. Senti la schiena che si distende, si rilassa e il tuo il respiro scendere in profondità a massaggiare tutti i tuoi organi interni.
  7. Mantieni la posizione dai 5 ai 10 respiri e lasciati andare con ogni espiro sempre più in profondità.

 Esprimi pensieri di gratitudine per te stessa, per la tua buona salute, per l’intelligenza, per i tuoi talenti, per la tua intuizione. Estendi poi questo sentimento di gratitudine verso le persone che ami e per le cose che particolarmente ti appassionano.

Pensa alle cose che hai e che prendi per scontato, come il letto in cui dormi, la casa in cui abiti, il cibo con cui ti nutri tutti i giorni. Qualunque cosa ti venga in mente sii grata per questo.

Lascia dolcemente la posizione sollevando il busto e sdraiati a letto mantenendo ancora per qualche istante l’attenzione al respiro e all’addome che si espande leggermente nell’inspirazione e che si contrae nell’espirazione. 

E ora sei pronta per una lunga e dolce notte di sonno profondo e ristoratore

Rina Vicellio.

Leggi la mia biografia

50 commenti
« Commenti più vecchi
« Commenti più vecchi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.