IL TAPPETINO DEGLI YOGI (QUELLI VERI)

SCEGLIERE E TORNARE ALL’ESSENZIALE

Lo yoga appartiene ad una tradizione millenaria che dalla notte dei tempi fino a pochi decenni fa, è giunta a noi nel massimo della semplicità ed essenzialità.

Eppure oggi sembra indispensabile avere ogni sorta di accessori, supporti, cinghie tappetini di ogni tipo, vestiti … e la bellezza della semplicità è andata quasi totalmente persa! Ogni pochino appare sul mercato qualcosa di sensazionale, nuovo, imperdibile… indispensabile! Come a voler riempire quel vuoto, che quasi inevitabilmente rimane quando ci si ferma solo l’aspetto fisico di questa meravigliosa disciplina. 

Ma come hanno fatto in tutti questi millenni? Cosa usavano gli yogi dell’antichità e cosa usano tutt’oggi?

Il più delle volte, soltanto con qualcosa di molto simile a questo: un semplice tappeto di cotone! C’è poi chi per la meditazione usa una stuoia di erba kusha oppure la pelle di un animale deceduto di morte naturale. Quest’ultima scelta ha il significato simbolico che lo yogi ha dominato la sua parte istintiva/ animale, anche perché la pelle isola dal magnetismo terrestre, quest’ultimo effetto viene attribuito anche all’erba kusha e a tessuti di lana o seta grezza. 

O come mi ha detto un amico yogi in india, mettendo in risalto un aspetto assolutamente pratico: la ruvidità dell’erba kusha favorisce la circolazione delle gambe, quindi è più facile stare seduti 3 o 4 ore a meditare senza alcun disagio. Ma questa opzione non è sopportabile per la maggior parte degli occidentali!

Quindi per noi può andare benissimo un semplice tappeto di cotone o lana, certo, anche i tappetini di gomma sono comodi. Ma non gli darei l’importanza quasi assoluta che sembrano avere acquisito oggi giorno. Tanto per dirne una … se si considera che quando camminiamo e ci muoviamo durante le nostre giornate non lo facciamo su superfici antiscivolo, quell’aderenza artificiale va a discapito di un radicamento reale che si può conquistare praticando direttamente sul pavimento oppure su un tappeto di lana o cotone.

E’ curioso il fatto che seppure i più sanno che lo yoga appartiene ad una tradizione antica , la si considera come qualcosa di passato, lontano … e i modelli attuali sono più che altro dettati dal mercato o dall’esempio degli influencer del momento. Ma oltre a questo ci sono tutt’ora tradizioni vive e attuali, di yogi dalla cui vita avremmo davvero molto da imparare! 

La semplicità, l’essenzialità, l’umiltà, la serenità in ogni circostanza… sono qualità che rifulgono illuminando tutta la loro persona. 

E allora, prendiamo esempio da loro, perché davvero, meno è più!! Scegliete l’opzione più essenziale… e datevi la possibilità di apprezzare e godere della bellezza e della libertà che la semplicità offre! 

E ricordarci più spesso il senso del percorso dello yoga, aiuta a non disperderci in questo mondo pieno di informazioni, stimoli e distrazioni! 

Come scrive Radha Krishna nel commentario della Bhagavad Gita: 

“La maturazione consiste nella purificazione del corpo, del principio vitale e del principio mentale. Quando la struttura che deve accoglierla è perfetta, l’eterna Luce risplende senza alcun impedimento”

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Shanti Brancolini ed il Team di Passsione Yoga

 

foto-shanty-bio

Shanti Brancolini, Insegnante Yoga, Fondatrice di Passione Yoga e ideatrice del metodo Yoga su Misura, fin da bambina ha avuto modo di avvicinarsi allo yoga e trascorrere lunghi periodi di ricerca e pratica in India. Insegna yoga dal 2004 ed ha oltre 1000 ore di formazione certificata da autorevoli scuole italiane ed estere. E’ iscritta alla YANI, Yoga Associazione Nazionale Insegnanti
Leggi la mia biografia

119 commenti
  1. Rosa
    Rosa dice:

    grazie per condividere questo valore importante ! Alle volte ci facciamo travolgere da cose inutili ed è sempre molto bello ricordarsi che la semplicità e la cosa più importante ! Grazie per il tuo lavoro e la tua disponibilita.. questo è un granellino di sabbia aggiunto per cambiare il mondo!

    Rispondi
  2. Isotta
    Isotta dice:

    Buongiorno,
    chi fa yoga per passione, chi fa yoga perché è una moda. I primi usano il tappetino che hanno da anni e un paio di leggings e maglietta. I secondi vanno a comprare maglie e pantaloni firmati e di ultima moda, ma se parli con loro non sanno niente di cosa è lo yoga e cosa ti trasmette.
    Figuriamoci il tappetino!!
    Buona giornata 🙏🧘‍♂️

    Rispondi
  3. paola
    paola dice:

    Che meravigliosa verità, grazie Shanti riesci sempre a fare la differenza nel mondo dei social dove tutto(o quasi) è ormai omologato❤

    Rispondi
  4. Rosa
    Rosa dice:

    Grazie Shanti Sono d’accordo con te , Io pratico spesso sul tappeto di lana quello classico che c’è in casa e se sono in giardino anche direttamente sull’erba È una sensazione piacevolissima il contatto con la terra

    Rispondi
  5. Cinzia Ladu
    Cinzia Ladu dice:

    Buongiorno, condivido il tuo pensiero,pratico yoga da più di un anno, seguendo i tuoi consigli e guardando i tuoi video.. quello che provo durante la pratica e qualcosa di irrinunciabile ormai x me!! grazie infinite!!

    Rispondi
  6. GABRI60
    GABRI60 dice:

    sono pienamente d’accordo con te Shanti, ma purtroppo questo è il mondo attuale che mette da parte tante cose semplici che ci farebbero vivere senz’altro meglio e mette in risalto molte cose inutili che portano le persone a pensare solo per sè, e tutto quel consumismo inutile che sta distruggendo la nostra madre Terra. buona vita.

    Rispondi
  7. L B
    L B dice:

    Semplicità, sobrietà, ricerca dell’essenziale che è dentro di noi e non fuori, contatto con la natura, grazie allo Yoga che ci ricorda le cose davvero importanti nella nostra vita. Un abbraccio di Luce.

    Rispondi
  8. gaetana Brighenti
    gaetana Brighenti dice:

    Grazie, condivido pienamente questo video, io sto seduta sul vecchio tappeto di lana, ormai un pò spelacchiato, che mi è molto caro e sul quale pratico yoga, come riesco… medito, leggo, ascolto musica e gioco con la mia Thea, Gaetana

    Rispondi
  9. Rita
    Rita dice:

    Grazie Shanti per questo prezioso appuntamento ed arricchimento.
    Vorrei chiederti se vicino Zoagli (Genova), luogo in cui risiedo, c’è un’insegnante yoga della tua scuola. Grazie

    Rispondi
  10. silvana
    silvana dice:

    Perfettamente d’accordo. Lo yoga è diventato un business e dobbiamo cercare di proteggerlo come posssibile. Tu, cara Shanti, fai del tuo meglio. Grazie
    silvana

    Rispondi
  11. Mariagrazia
    Mariagrazia dice:

    Sono d’accordo,
    grazie per averci ricordato il rischio di cadere in quest’attitudine, fa parte della nostra società…
    🙏🏻

    Rispondi
  12. Concepción
    Concepción dice:

    La cosa che me ha colpito di più quando ho guardato i tui video per la prima volta è stata la semplicità dalla qualle vieni circondata. Ti vesti per un incotro con te stessa e non per una sfilata di abbigliamento sportivo.
    Grazie per essere coerente.

    Rispondi
  13. Annalisa Scalise
    Annalisa Scalise dice:

    Togliere, togliere, togliere…SENTO profondamente quello che dici🙏 grazie per il tuo essere semplice e completa…lo yoga attraverso te mi arriva genuino….c’e’ troppo ‘inquinamento’ ormai……peccato!💞💞

    Rispondi
  14. Sonia Neri
    Sonia Neri dice:

    È proprio ciò che penso! Sento una grande necessità di tornare alla semplicità, all’essenziale e al raccoglimento interiore, l’attuale eccesso di stimoli è veramente stancante! Ti seguo sempre con interesse e apprezzamento, grazie 🙏

    Rispondi
  15. Ivonne Cargnin
    Ivonne Cargnin dice:

    GRAZIE Shanti per queste tue parole sulla semplicità che condivido pienamente; è un atteggiamento che secondo me dovrebbe entrare nel nostro essere, nella nostra quotidianità e nelle relazioni interpersonali.
    Namasté.

    Rispondi
  16. Floriana
    Floriana dice:

    Quanto è meravigliosa la semplicità ! Ti riempie il cuore di tanto, tanto amore! Grazie Shanti! Sei davvero un raggio di sole! 🙏❤️

    Rispondi
  17. Gilberto Alibrandi
    Gilberto Alibrandi dice:

    Shanti sono contento che tu abbia fatto questo video . Perché I maestri e le maestre che hanno incominciato a praticare in tempi non sospetti cioè quando lo yoga non andava di moda facevano yoga con una coperta sulla spiaggia o nei boschi in una sola parola a contatto con la natura perché c’è più prana posso citare i van Lysebeth Franca Sacchi la tua maestra cioè Gabriella Cella che mal sopporta il proliferare dei supporti di un certo yoga americano . O farei meglio a dire ginnastica americana. Perché se ci domandiamo cos’è davvero difficile nello yoga la prima cosa che mi viene in mente è Swami sivananda saraswati che ha perdonato l’uomo che ha attentato alla sua vita .Il modo di ragionare dei realizzati e tutte le azioni stupende da un punto di vista umano che hanno realizzato quelli che in India vengono chiamati i santi . Quello che intendo è lo yoga considerato come cammino spirituale
    Grazie per aver detto che lo yoga è una tradizione millenaria perché ormai molta gente non pensa più in termini di trasmissione param param

    Rispondi
  18. Enrica Bertello
    Enrica Bertello dice:

    Grazie per il tuo invito all’essenzialità. Penso tu abbia ragione nel dire che anche intorno alle pratiche yoga è fiorito un sistema commerciale. Namaste

    Rispondi
  19. Ludovico
    Ludovico dice:

    Gentile Shanti non sarei così critico con chi utilizza il tappetino diverso dal cotone o dalla lana. Un tappetino più morbido può essere comunque piacevole e d’altra parte non ti sembra di entrare in contraddizione con il programma di “yoga su misura” ? Ognuno può trovare la sua misura nella semplicità e nei valori che tu ha richiamato. Anche con il suo tappetino su misura. Un abbraccio.

    Rispondi
    • Passione Yoga
      Passione Yoga dice:

      Certo Ludovico, parlavo del tappetino come occasione per ricordare l’importanza dell’essenza e della semplicità. Ogni tappetino e ogni esigenza personale è da me sempre rispettata, le mie sono semplici indicazioni.🙏

      Shanti

      Rispondi
  20. Marina
    Marina dice:

    Sono pienamente concorde e sinceramente non ho acquistato nulla e con umiltà utilizzo il mio tappetino. Mi sentivo quasi isolata,ma ora mi sento parte di un gruppo che la pensa come me🙏namaste

    Rispondi
  21. Adriano
    Adriano dice:

    Ma!? 🤔 Che dire io ho iniziato a praticare 12 anni fa, mattina e sera senza smettere maaaai per primi 4 anni poi ho iniziato a darmi un giorno di pausa a settimana, ho praticato in riva al gange, montagna, mare, dove vadovado pratico ma nel mio cammino ho trovato un tappetino jason a pochi $ veramente efficace per le mie pratiche yogasana, non piu di 12$,
    poooi ho provato l’uso dei bloc e della cinghia, devo dire che sono mooolto pratici ed efficaci che bisogna guardarli come strumenti che aiutano e credetemi aiutano veramente, per la meditazione uso la lana.
    Grazie Shanti e tutto il team passione yoga, molto onorato nel ricevere le vostre preziose informazioni.
    🙏 NAMASTE

    Rispondi
  22. Fede
    Fede dice:

    Ciao Shanty
    Sono d’accordo con la semplicità, non solo x la pratica yoga.
    Potresti fare una lezione di meditazione, x gli assoluti principianti? Come si comincia ?
    Grazie ❣️ namastè

    Rispondi
  23. Elisabetta
    Elisabetta dice:

    Buongiorno a tutti,
    ho iniziato yoga da alcuni mesi e non sono più giovane, e vivendo in montagna fra le cose semplici, tutto quello che hai detto rispecchia la giovinezza interiore in ogni parte del mondo. Inoltre è una bella testimonianza da trasmettere ai giovani.

    Rispondi
  24. erica gagino
    erica gagino dice:

    grazie Shanti niente di piu vero. tornare alla semplicità è qualcosa che dovremmo fare tutti, nello yoga e nella vita. grazie

    Rispondi
  25. FIORELLA DI LORENZO
    FIORELLA DI LORENZO dice:

    Grazie Shanti con le tue parole mi rimetti sulla retta via, mi ricordi quello che voglio essere e te ne sono grata
    Namaste
    Fiorella

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PER INIZIARE

LE 13 COSE CHE DEVI SAPERE

Scarica il Vademecum (gratis)